Aeroporto, Calenzano chiede una nuova pianificazione

0
269
TuttoSesto

Un ordine del giorno, presentato dalla Giunta, per chiedere al Governo di negare la compatibilità ambientale del nuovo aeroporto di Firenze e alla Regione di avviare una nuova fase di pianificazione infrastrutturale. È stato approvato dal Consiglio Comunale di Calenzano con 12 voti favorevoli e 1 contrario.
“Continuiamo a chiedere trasparenza e partecipazione – ha commentato il Sindaco di Calenzano Alessio Biagiolie lo facciamo con atti ufficiali, basando le nostre richieste su dati tecnici e studi approfonditi. Peccato però che nessuno ci risponda nel merito. Finora in favore dell’aeroporto abbiamo sentito solo prese di posizione ideologiche, arrivando perfino a negare palesemente il confronto, come ha fatto di recente Confindustria (LEGGI QUI), in quanto i dati tecnici sembrano non essere questione che li riguardi. Difficile dimostrare l’esigenza di un’infrastruttura senza studi tecnici che facciano un bilancio di costi/benefici, sia in termini economici che ambientali”.

Nell’ordine del giorno si fa riferimento alla valutazione ambientale positiva che ADF aveva ricevuto nel 2003 su un progetto di messa in sicurezza dello scalo, nella quale erano contenute molte prescrizioni, che ad oggi non risultano ottemperate. Si chiede quindi alla Regione Toscana di far rispettare tali prescrizioni.

Al Parlamento si chiede di abrogare il decreto legge dello scorso giugno, con il quale il Governo definisce modalità semplificate per le procedure di VIA di determinate opere, a scapito della partecipazione dei cittadini.

Al Ministero dell’Ambiente si chiede di trasmettere a tutti gli enti interessati, e quindi anche al Comune di Calenzano, il parere della commissione di VIA, già richiesto ufficialmente senza aver avuto risposta, e le integrazioni inserite dopo la presentazione dell’istanza di Toscana Aeroporti di aderire alla nuova procedura prevista dal decreto legge di giugno.

L’ordine del giorno si conclude chiedendo al Governo di negare la compatibilità ambientale del nuovo aeroporto; alla Regione Toscana di aprire una nuova pianificazione infrastrutturale su scala regionale, coinvolgendo gli enti locali, che definisca la reale scala di priorità seguendo le vocazioni di ogni territorio e superando previsioni dannose, come quella dell’ampliamento dell’aeroporto di Peretola.

Comune di Calenzano

NESSUN COMMENTO

LASCIA UN COMMENTO