Aeroporto, Falchi: “Dall’Unesco nessun via libera, sorprendenti le dichiarazioni di Toscana Aeroporti e di Nardella”

0
606
TuttoSesto

È davvero sorprendente sentire parlare, oggi, di promozione della nuova pista dell’aeroporto da parte dell’Unesco. È sufficiente, infatti, leggere il documento presentato ieri per rendersi conto che i risultati della missione sono ben diversi da quelli sbandierati da Toscana Aeroporti e dal sindaco Nardella”.

Lo afferma il sindaco di Sesto Fiorentino Lorenzo Falchi.

Il report non prende in considerazione gli effetti della nuova pista sull’ambiente e sulla popolazione, ma esclusivamente sul patrimonio storico. Si dice in modo chiaro che ci sarà un miglioramento soltanto per quello che riguarda la fruibilità delle ville La Petraia e di Castello, grazie all’allontanamento della pista. Si parla di impatti nulli o appena positivi patrimonio artistico di Firenze, mentre niente si dice sul resto del territorio perché esso non era oggetto di questo rapporto. Piuttosto viene evidenziato il rischio di attrarre una quantità di visitatori che Firenze, oggi, non sarebbe in grado di gestire in seguito all’apertura di rotte da parte di vettori low cost, evenienza, questa, da sempre esclusa dai sostenitori della pista, ma, a quanto pare, non dall’Unesco. Del resto, è sufficiente un po’ di buon senso per aspettarsi uno sviluppo di questo tipo, disarmonico e impattante.

Stupisce ancora una volta la poca serietà da parte di alcuni sostenitori dell’aeroporto – dice ancora Falchi – La verità è che, a più di un anno dall’annuncio, della firma sulla VIA non c’è traccia e difficilmente piegare a proprio piacimento e in maniera goffa il rapporto di un Ente importante come l’Unesco potrà cambiare la realtà dei fatti: la nuova pista è incompatibile con il nostro territorio, con le sue prospettive di sviluppo, con il rispetto dell’ambiente”.

Comune di Sesto Fiorentino

LEGGI ANCHE
L’Unesco promuove la giunta Nardella e dice sì alla nuova pista

NESSUN COMMENTO