Aeroporto, Nardella duro con la Lega: “Giù le mani da Firenze”

0
260
ANSA/ALESSANDRO DI MEO

Divampa la polemica sul nuovo aeroporto di Peretola. Dopo le dichiarazioni rilasciate da Guglielmo Picchi e da Gian Marco Centinaio, ministro del turismo, arriva la dura replica del sindaco di Firenze, Dario Nardella. Questo il post pubblicato su Facebook:

“Sulla nuova pista dell’aeroporto di Firenze sto vedendo giochetti squallidi che avrei preferito non vedere. Mentre il Movimento 5stelle è contrario da sempre, la Lega va a targhe alterne: un giorno dice sì, come ieri Picchi, quello dopo dice no. Oggi Centinaio, leghista di ferro, ci fa sapere dal suo ufficio di Roma che per lui “la nuova pista non si fa”.
Voglio fare chiarezza, una volta per tutte:
1. Firenze aspetta questa pista da 50 anni. Firenze è l’unica città metropolitana d’Italia senza uno scalo adeguato. Firenze ha bisogno di un aeroporto degno di questo nome.
2. I cittadini di Brozzi, Quaracchi e le Piagge non sono cittadini di serie B e non possono più vivere con gli aerei sopra le loro case. Non si tratta di costruire un nuovo aeroporto ma di ruotare l’attuale pista in modo da risolvere il problema dell’inquinamento acustico diventato insopportabile.
3. I fiorentini non possono ogni volta sperare di atterrare e pregare che non ci sia vento, solo lo scorso anno sono stati cancellati 1000 voli e lasciati a terra 90.000 passeggeri. Serve più sicurezza e affidabilità.
4. I fiorentini non possono ogni volta arrivare fino a Pisa o a Bologna per prendere un aereo, con la tramvia si potrà arrivare dalla stazione a Peretola in 20 minuti. Lo stesso vale per le oltre 400mila aziende toscane, per i lavoratori e per il loro sviluppo.
Ora basta. Non accetto che venga fatta una speculazione politica su un’infrastruttura utile e necessaria a tutta la città. Su queste cose non si scherza. Mi batterò con tutta la mia forza, con tutto il cuore. Giù le mani dall’aeroporto. Giù le mani da Firenze!”

NESSUN COMMENTO

LASCIA UN COMMENTO