Aeroporto, Sforzi: “Il ricorso al Tar contro la VIA è strumento di resistenza all’opera”

0
412

Oltre al sindaco di Calenzano, Alessio Biagioli (LEGGI IL SUO INTERVENTO), c’era anche il vice sindaco di Sesto Fiorentino, Damiano Sforzi, al Consiglio comunale straordinario di Prato dedicato all’ampliamento dell’aeroporto di Peretola:

E’ inutile per tutti rivendicare primazie sulla contrarietà quando si arriva a questo punto. L’obiettivo lo si raggiunge solo se amministratori, consiglieri, comitati, cittadini riescono a esercitare una forza tale da potersi contrapporre a qualche cosa che è parecchio più forte della nostra azione politica, quotidiana nei Consigli.

Al netto delle valutazioni su quanto sia dannosa l’opera, in realtà c’è chi non la ritiene in questa maniera. A Sesto abbiamo fatto fuori un sindaco sui famosi tavoli di discussioni che non sapevamo dove andassero a finire. Nelle elezioni 2010 l’aeroporto non c’era nel programma elettorale di Enrico Rossi. E’ arrivato dopo, il San Valentino del 2011 ce lo ricordiamo bene perché è stato un momento devastante da un punto di vista politico.

Il parco della piana era il vuoto necessario affinché ci potessero i pieni intorno. In un documento approvato dalla Regione, il parco veniva definito elemento ordinatore, tutto sarebbe dovuto girare intorno al parco per programmare lo sviluppo. Quando nel 2011 arrivò la notizia sull’aeroporto iniziò uno scontro all’interno del Partito Democratico e delle istituzioni.

Il ricorso al Tar contro la VIA diventa strumento di resistenza all’opera perché la politica ha fallito totalmente. Dobbiamo guardare avanti e provare a vincere la battaglia. Per fortuna l’aeroporto, ad oggi, non c’è, vedremo cosa succederà anche a livello nazionale perché cambiano le maggioranze. L’avversario è forte e se non ci teniamo per mano, non riusciremo ad arrivare fino in fondo“.

NESSUN COMMENTO

LASCIA UN COMMENTO