Calenzano, Baratti (Lega): “Amministrazione poco incisiva nella lotta contro l’abbandono dei rifiuti. Il progetto rifiuto stop un flop”

0
124

Amministrazione poco incisiva nella lotta contro l’abbandono dei rifiuti, è questo il commento del consigliere leghista Daniele Baratti dopo aver presentato una interpellanza sul tema.

 

Ormai da molti anni – spiega Baratti l’abbandono dei rifiuti è un problema di notevole rilevanza sul nostro territorio. Ma quali azioni ha posto in essere l’amministrazione fino ad oggi? Davvero poche ed i risultati si vedono in quanto niente è cambiato. Il problema di base è l’inciviltà di coloro che abbandonano gli oggetti ma il Sindaco deve assolutamente fare di più.

 

Nel 2015 l’amministrazione ha avviato il progetto ‘Rifiuto Stop’ con il quale si proponeva di lottare contro questa piaga. A distanza di tre anni possiamo definire questo progetto un ‘flop’.

 

Nel 2016 le sanzioni effettuate grazie alle telecamere sono state un numero molto vicino allo zero mentre nel 2017, con la presenza di tre telecamere a rotazione in varie zone del comune, circa 35. 
Nel 2018, con una sola telecamera attiva in quanto le altre due risultano rubate, vi sono state solamente tre sanzioni nei primi sei mesi dell’anno. Un netto passo indietro.

 

Visto che manca una forte volontà di ampliare il numero di telecamere ci chiediamo come si possa lottare contro l’abbandono dei rifiuti, in un territorio vasto come il nostro, con una sola telecamera?

 

Che segnale lanciamo se invece di aumentare il numero delle telecamere le diminuiamo? Per quale motivo non vi è stato un impegno concreto per contrastare tale fenomeno? E’ assurdo pensare di attendere le telecamere per la videosorveglianza sapendo che, per quel progetto, il percorso è ancora troppo lungo. E nel frattempo?
Non possiamo più fare finta di niente, sui rifiuti dobbiamo cambare rotta al più presto. Tenuto conto che siamo all’ultimo anno di mandato, ci auguriamo almeno un colpo di coda da parte del Sindaco. Su questo tema i cittadini hanno bisogno di risposte urgenti e concrete”.

NESSUN COMMENTO

LASCIA UN COMMENTO