Calenzano, il 15 marzo il Consiglio comunale: l’ordine del giorno

0
153

Il Consiglio Comunale, in seduta pubblica, sessione Straordinaria ed in prima convocazione, si riunirà il giorno GIOVEDI’ 15 marzo 2018 alle ore 16:30, nell’apposita sala del municipio, con il seguente ordine del
giorno:

– Comunicazioni e proposte.
– Approvazione verbale seduta precedente del 22 gennaio 2018.
– Riconoscimento di legittimità di debiti fuori bilancio ai sensi dell’articolo 194 del D.Lgs. n. 267/2000. Approvazione.
– Riconoscimento di legittimità di debiti fuori bilancio ai sensi dell’articolo 194 del D. Lgs. n. 267/2000. Approvazione.
– Bilancio di previsione 2018/2020. Variazione.
– Approvazione modifiche allo Statuto della società PIN s.c.r.l.
– Piano di Lottizzazione residenziale 1C in località il Neto. Adozione.
– Approvazione schema convenzione tra i Comuni di Campi Bisenzio, Sesto Fiorentino e Signa per gestione associata servizio di supporto alle attività di “Progettazione Europea e Fundraising”.
– Ordine del giorno presentato dal gruppo consiliare La Sinistra Per Calenzano con oggetto: “Per un nuovo patto nel mondo del lavoro”.
– Mozione congiunta presentata dai gruppi consiliari La Sinistra Per Calenzano, Partito Democratico e Calenzano 2020 con oggetto: “Richiesta di presentazione ricorso contro il Decreto Ministeriale di VIA relativo al nuovo aeroporto di Firenze”.
– Mozione presentata dal gruppo consiliare Forza Italia con oggetto: “ Low Tax Area, agevolazioni per l’apertura di nuove attività sul territorio comunale”.
– Mozione presentata dal gruppo consiliare Forza Italia con oggetto: “Progetto trasparenza, monitoraggio dell’operato di Giunta e consiglieri comunali”.
– Mozione presentata dal gruppo consiliare La Sinistra Per Calenzano con oggetto: “Divieto di concessione e occupazione di spazi e aree pubbliche a soggetti che si ispirino a principi di matrice fascista ed antidemocratica”.
– Interpellanza presentata dal gruppo consiliare Forza Italia con oggetto: “Considerevole lasso di tempo per risolvere criticità presenti all’interno delle scuole”.
– Interrogazioni.

NESSUN COMMENTO

LASCIA UN COMMENTO