Camilletti (Lega Campi): “Abbandono di rifiuti all’ordine del giorno. Ci aspettiamo il ripristino delle telecamere”

0
102
Da sinistra: Filippo La Grassa, Claudia Camilletti, Andrea Cantini

Claudia Camilletti, capogruppo Lega a Campi Bisenzio, si ritiene soddisfatta in merito alla prima interrogazione posta durante il Consiglio Comunale di mercoledì 31 luglio.

L’abbandono illegale di rifiuti ormai è all’ordine del giorno e lo testimoniano sia le varie segnalazioni pervenute dai cittadini tramite social network sia il ritrovamento oggettivo (che ognuno di noi può verificare personalmente) in alcuni angoli del paese di mobilio e/o oggetti ingombranti.

Basta essere passati durante l’anno (in periodi diversi) dalla quasi centrale Via R. Sanzio (tra le tante) per verificare che ha fatto da “discarica” con l’abbandono di poltrone, materassi, elettrodomestici, pezzi di mobilio.

Per combattere il fenomeno, nel 2016 la giunta comunale aveva deliberato l’installazione di tre telecamere mobili ad infrarossi atte a debellare questo fenomeno con previsione di aumentarle sul territorio. Ad oggi (a circa due anni di distanza) una telecamera risulta rubata, ennesimo atto vile posto in essere da chi le regole non le vuole rispettare, le altre due sono in “manutenzione” presso la ditta a cui la P.A. si è rivolta.

Pertanto le telecamere che dovevano essere il primo garante della lotta all’abbandono dei rifiuti, non sono neppure “momentaneamente” disponibili sul territorio. Vero che l’assessore competente ha annunciato il ripristino delle stesse in luoghi soliti essere utilizzati come discariche abusive e ha dichiarato che verranno messe in atto azioni di repressione per questo fenomeno oltre che spiacevole ed indecoroso, ingiusto nei confronti di coloro che pagano regolarmente la tassa sui rifiuti (tra l’altro elevata).

Noi della Lega vigileremo affinché questa volta ciò che è stato promesso in consiglio comunale realmente venga mantenuto. È il primo nodo che intendiamo sciogliere durante l’anno e non molleremo la presa. Intanto ci aspettiamo il ripristino delle due telecamere mobili già in dotazione al Comune così da poter almeno riuscire, in piccola parte, a sanzionare coloro che proprio la legalità non sa cosa sia e a dimostrare ai cittadini regolari nei pagamenti che una giustizia da qualche parte esiste“.

NESSUN COMMENTO

LASCIA UN COMMENTO