Campi, Camilletti (Lega): “Sulle famiglie italiane Ballerini ha estrapolato una frase dal volantino”

0
226

Riceviamo e pubblichiamo il seguente comunicato stampa in cui Claudia Camilletti, candidata consigliera per la Lega a Campi Bisenzio, replica a Lorenzo Ballerini, candidato sindaco per Potere al Popolo. A seguire anche le parole di Alessandro Scipioni e Filippo La Grassa, rispettivamente segretario provinciale e segretario cittadino della Lega:

CLAUDIA CAMILLETTI: “Ringrazio il candidato sindaco Lorenzo Ballerini di Potere al Popolo che ieri sera durante il confronto tra candidati sindaco tenutosi a Campi Bisenzio ha citato il mio volantino però criticandone una frase estrapolata da un contenuto dal significato più ampio volutamente omesso che è la seguente: APERTURA DI UNO SPORTELLO DI ASCOLTO PER LE FAMIGLIE ITALIANE IN DIFFICOLTÀ ED AIUTARLE NELLO SVOLGIMENTO DELL ‘ITER BUROCRATICO. Per me è un onore in quanto significa che le parole riportate sul mio volantino sono arrivate a tutti e a tutti non possono andar bene perché prima ho messo l’interesse del cittadino campigiano-italiano (in questo contesto). Purtroppo non ho potuto replicare in quanto quello di ieri era un confronto fra tutti i candidati sindaco e quindi la parola era solo per loro. A fine serata il candidato sindaco Ballerini si è scusato con me in quanto ha riconosciuto la mia impossibilità di confronto sostenendo che comunque l’argomento potrebbe essere oggetto di approfondimento. Disponibile al confronto. Il mio pensiero politico non cambia, prima i campigiani nella assegnazione dei servizi“.

ALESSANDRO SCIPIONI e FILIPPO LA GRASSA: “La Lega, come dimostra a livello nazionale in questo momento, ha a cuore soprattutto il fatto di ribadire la sua natura di Movimento assurto a ruolo di sindacato in difesa dei diritti degli italiani e della comunità locale. La nostra massima ambizione risiede nel garantire che le amministrazioni delle quali facciamo parte abbiano ben in chiaro che il loro compito è quello di salvaguardare la comunità locale e dare precedenza ai diritti delle persone che contribuiscono con nel loro  quotidiano alla vita del paese. La nostra priorità sono i cittadini italiani, ed in second’ordine ci occupiamo di chi è venuto regolarmente nel nostro Paese. Per i clandestini con noi non c’è posto. Noi non ci vergogniamo assolutamente di essere paladini dei diritti della nostra gente. Ribadiamo inoltre la nostra assoluta antiteticità alle giunte che prima hanno amministrato Campi Bisenzio e a quella che la sta amministrando attualmente. Dunque non è possibile per noi alcun accordo o futura collaborazione con chi non ha chiaro e non ha a cuore l’interesse della nostra gente. Chi non preserva l’italianità di Campi Bisenzio non ha nulla a che vedere con noi e siamo fieri che non ce l’abbia né oggi né c’è la avrà mai. Siamo altresì felici di confrontarci con l’elettorato del MoVimento 5 stelle, che è per noi una forza di cambiamento e le cui istanze non vogliamo vedere non rappresentate a Campi Bisenzio. Vigileremo affinché la vecchia politica del compromesso e del trasversalismo non possa tornare a Campi Bisenzio“.

NESSUN COMMENTO

LASCIA UN COMMENTO