Campi, Gandola (FI): “Discariche diffuse, situazione di grave e pericoloso degrado”

0
47

Continua a perdurare anche in questi giorni una generale e diffusa situazione di grave degrado a Campi Bisenzio. Il nostro gruppo consiliare continua quotidianamente a ricevere plurime segnalazioni circa il proliferare, indisturbato, di vere e proprie discariche abusive dovute allo sversamento di masserizie varie anche di grandi dimensioni soprattutto dietro l’area dell’Esselunga e nelle zone prospicienti Via Chiella, Via Toscan Fiesoli e Via del Paradiso.

I cittadini campigiani sono oramai esasperati di questa situazione di generale abbandono dovuta ad una totale assenza di semplici e necessari interventi di manutenzione ordinaria volti a mantenere la dignità dei luoghi ed il decoro urbano.

Dopo cinque anni possiamo dirlo chiaramente: manca la capacità e la volontà politica di debellare il fenomeno.

Si esprime così Paolo Gandola, Capogruppo di Forza Italia a Campi Bisenzio che da anni segue con apprensione il problema del proliferare delle discariche abusive e che in Consiglio Comunale ha presentato multiple proposte per cercare di debellare il fenomeno.

In questi anni l’amministrazione comunale è rimasta pressoché inerme non volendo occuparsi seriamente e globalmente della problematica e non volendo istituire un nucleo dedicato della Polizia Municipale o sentinelle civiche antidegrado chiedendo ai cittadini di collaborare con l’amministrazione per tutelare l’ambiente ed il decoro civico della nostra Città.

Un fallimento completo è stato poi l’introduzione di qualche catena per evitare l’accesso ad alcuni luoghi più sensibili. Le stesse sono state divelte in poche settimane.
Così come è stata assolutamente tardiva la decisione di acquistare alcune telecamere mobili per combattere l’inciviltà di coloro che deturpano l’ambiente. Le stesse, infatti, hanno rappresentato un deterrente limitato, proprio in ragione della tardiva adozione di politiche serie di contrasto al fenomeno dell’abbandono illegale di rifiuti e materiale di risulta, né tantomeno hanno consentito un progressivo aumento dei verbali emessi.

Eppure si tratta di misure che, laddove adottate, in altri Comuni, anche della stessa cintura fiorentina, hanno prodotto risultati più che positivi. Da tutto ciò emerge come a Campi Bisenzio si assista ad una sottovalutazione del problema e manchi una precisa, quotidiana e costante volontà politica ad occuparsi del fenomeno e dell’insopportabile illecito dell’abbandono dei rifiuti che, peraltro, comporta per le casse comunali una spesa aggiuntiva di decine di migliaia di Euro all’anno oltre a quella che già sopporta per il normale servizio di raccolta dei rifiuti.

Invero, continua Gandola, quali sono state le proposte elaborate dal Comitato Metropolitano, che si è riunito nella giornata di ieri alla presenza del Prefetto e del Sindaco Metropolitano Nardella e che si è occupato anche dello sversamento illegale dei rifiuti tessili?

Il Comitato, istituito dal cosiddetto decreto Minniti per la tutela delle grandi aree urbane, come sede di valutazione e confronto sulle principali tematiche si è già riunito due volte per affrontare anche il problema delle grandi discariche abusive ma ad oggi non sono pervenute le proposte avanzate in tale sede.

Al riguardo, continua Gandola abbiamo presentato specifica interrogazione e contestualmente, per l’ennesima volta, siamo a richiedere pubblicamente alla Polizia Municipale e agli ispettori ambientali di fare i dovuti controlli nelle zone più sensibili rendendo possibile stabilire chi siano i  trasgressori, e  verificare, tre le altre cose, se gli stessi paghino la necessaria tassa sullo smaltimento dei rifiuti urbani e speciali.

 

NESSUN COMMENTO

LASCIA UN COMMENTO