Campi: il monologo a due voci “Ite missa est” al Teatrodante Carlo Monni

0
11

Dagli scandali vaticani alla dittatura argentina, sullo sfondo dei mondiali di calcio del ’78: sarà “Ite missa est”, monologo a due voci tra un sacerdote in crisi spirituale e un ex-calciatore, lo spettacolo che venerdì 11 e sabato 12 gennaio andrà in scena al Teatrodante Carlo Monni di Campi Bisenzio (piazza Dante, 23). La pièce, che vede protagonisti Mauro Monni e Andrea Mitri, diretti da Jean Philippe Pearson, accompagnata da una colonna sonora tratta dalla discografia dei Pink Floyd, è una produzione Atto Due e associazione Sine Qua Non (intero 14€, ridotto 12€).

Un sacerdote che dice messa e un uomo con una valigia: sono due storie apparentemente distanti, quelle che i due uomini raccontano. Una è quella dello IOR, la banca vaticana, a partire dalla sua fondazione, all’indomani dei Patti Lateranensi, fino al 1986, al termine dello scandalo che coinvolse Marcinkus, Gelli, Sindona e Calvi. L’altra è quella dei mondiali di calcio in Argentina nel ’78, sotto la dittatura di Videla, conclusasi con la vittoria dell’Argentina, tra partite comprate e arbitraggi compiacenti. Volti, nomi e fatti che riaffiorano dal passato, per scoprire che il legame tra i due eventi non è poi così labile e che il potere agisce sempre per il suo tornaconto.

Grazie alla regia “cinematografica” di Jean Philippe Pearson, i due monologhi di Mauro Monni e Andrea Mitri, si intrecciano sempre di più, finendo per raccontare la storia di una scelta comune.

Spiega Mauro Monni, autore e interprete: “La data al Teatrodante Carlo Monni di Campi Bisenzio è di fatto la prima data della tournée del 2019, dopo il debutto nel 2017. Si tratta di uno spettacolo particolare perché troviamo sulla scena due personaggi apparentemente distanti e un’amicizia inventata per raccontare fatti documentati e realmente accaduti che ci fanno capire qualcosa in più del nostro presente. Io sarò Don Dario, che nella sua ultima omelia, racconta fatti circostanziati e dimostrati sulla storia vaticana, mentre Andrea vestirà i panni di Jorge Carrascosa, un personaggio realmente esistito, che riportando la cronaca dei Mondiali, racconta di una dittatura e della sua rinuncia a essere il capitano di quella Nazionale”.

Ingresso: intero 14€, ridotto 12€.

NESSUN COMMENTO

LASCIA UN COMMENTO