Con la tramvia torna il collegamento Ataf con Querceto e Colonnata. Modifiche anche sulle linee 2 e 28

0
3054

Novità in arrivo per il trasporto pubblico locale a Sesto Fiorentino. Con l’entrata in funzione della linee tranviare 2 e 3, presumibilmente, quindi, entro l’estate, arriveranno, infatti, nuove corse e nuovi collegamenti.

La novità più importante riguarderà la parte nord di Sesto (Colonnata, Querceto, Neto) che tornerà ad avere un collegamento grazie alla linea 57, i cui capilinea saranno a Calenzano e alla Stazione Leopolda.

Corse più frequenti anche per le linee 2, 28 e 29 che subiranno alcune modifiche al tracciato per andarsi meglio ad integrare con il tram.

Le novità saranno illustrate in un’assemblea pubblica che si terrà il prossimo 4 luglio alle ore 18 nella sala “Pilade Biondi” del Palazzo comunale.

L’entrata in funzione del tram porterà numerose modifiche su tutta la rete del trasporto pubblico locale – ricorda il sindaco Lorenzo FalchiIn questi mesi abbiamo lavorato con la Città Metropolitana affinché ci fosse un effettivo miglioramento delle linee su Sesto. Abbiamo ottenuto, finalmente, il ripristino di un collegamento tra Firenze e la parte nord della nostra città, lungo parte del tracciato del vecchio 18. Si tratta di una misura attesa da tanto tempo e sulla quale abbiamo lavorato fin dal primo giorno di mandato. Non è un punto di arrivo, ma di partenza, verso un ulteriore miglioramento del sistema del trasporto pubblico locale, sul quale continuiamo e continueremo ad impegnarci”.

Ecco le principali modifiche in arrivo.
Le linee 2 e 28 continueranno ad avere i capilinea, rispettivamente, a Calenzano e Volpaia. Il tracciato non subirà particolari modifiche fino a Firenze: gli autobus, infatti, transiteranno dalla stazione di Rifredi (lato via Fantoni), proseguendo la corsa fino a piazza Dalmazia dove faranno capolinea senza più raggiungere Santa Maria Novella. Da qui sarà possibile proseguire verso Santa Maria Novella con la linea T3 del tram.

Per il 2 sono previste nei giorni feriali 22 corse in più, con una frequenza nella fascia oraria 7-9 che passerà da 12 a 10 minuti; gli utenti del 28 potranno contare su 13 passaggi in più, con una frequenza tra le 7 e le 9 che scenderà dagli attuali 15 minuti a 12.

La linea 29 conterà su 27 corse giornaliere in più, con un frequenza che si assesterà intorno ai 12 minuti nella fascia 7-9, e andrà a collegare l’Osmannoro con Rifredi passando da Novoli e intersecando la linea T2 del tram; all’Osmannoro, in particolare, le corse transiteranno dall’area commerciale Ikea e andranno a terminare all’Ingromarket, eccetto alcune che proseguiranno fino alla Motorizzazione civile.

La linea 43 collegherà Cercina con la stazione di Rifredi, dove sarà spostato il capolinea, con modifiche al percorso in zona Careggi che permetteranno lo scambio con la linea T3 del tram. Dieci corse in più quasi dimezzeranno l’attesa tra le 7 e le 9 dei giorni feriali, che passerà dai 30 minuti attuali a 17, con il servizio esteso anche ai festivi.

La linea 57 collegherà Firenze (stazione Leopolda) con Sesto Fiorentino e Calenzano; il percorso a Sesto toccherà Colonnata, Querceto, Neto e proseguirà per Settimello, lungo il tracciato del vecchio 18. Gli autobus di questa linea transiteranno dalla nuova Scuola dei Carabinieri di Castello e da piazza Puccini, dove sarà possibile cambiare con le linee 17, 18, 30, 35 e 56, e intersecheranno la linea T2 a Novoli; l’attesa tra due corse negli orari di picco sarà di 19 minuti.

Il 59, che oggi collega il Polo Scientifico con la stazione di Rifredi, prolungherà le corse fino a raggiungere i pressi della fermata della linea 3 del tram in via Santo Stefano in Pane, in zona Careggi.

La linea 66 potrà contare su 16 corse aggiuntive e una modifica al percorso che farà terminare i viaggi alla stazione di Sesto, senza prosecuzione verso Calenzano. Da qui, i bus muoveranno verso il Polo Scientifico e la zona dell’Osmannoro per poi proseguire verso Novoli, dove sarà possibile il cambio con la linea 2 del tram.

Le linee 64, 76, 86, 90, 91, 92 e 94 non subiranno variazioni di percorso.

Tutte le modifiche entreranno in vigore contestualmente all’inizio dell’esercizio delle nuove linee tranviarie T2 e T3, la cui data di avvio sarà comunicata dal gestore. Ulteriori informazioni e dettagli saranno comunicato da Ataf.

Comune di Sesto Fiorentino

NESSUN COMMENTO

LASCIA UN COMMENTO