Decreti sindacali top secret a Campi: la denuncia di un lettore

0
350
Tutto Sesto

Nella serata di venerdì 12 ottobre un nostro lettore ci ha fatto pervenire una lettera-denuncia che, vista la delicatezza della questione, riportiamo integralmente. Naturalmente rimaniamo a disposizione dell’Amministrazione comunale di Campi Bisenzio per ospitare l’eventuale replica:
 

 

 

“In data 20.08.2018 ho presentato al Comune di Campi Bisenzio richiesta di accesso agli atti per l’estrazione in copia del decreto del sindaco n. 21 del 01.06.2018 con il quale il sindaco nominava ai fini della privacy i responsabili interni del trattamento dei dati.In data 22.09.2018 il Comune mi comunicava il diniego alla mia richiesta di accesso agli atti. con nota del 21.09.2018 a firma del capo Gabinetto del sindaco.
In data 10.10.2018 lo scrivente ha proposto ricorso ad organi sovracomunali e questi, con celerità ed efficienza, in data 12.10.2018, hanno concluso che il diniego del Comune è carente di motivazione ed, a loro giudizio, anche illegittimo. Il decreto del sindaco succitato risulta oscurato dal 29 giugno in una base ad una Direttiva del responsabile della protezione dei dati !!!! Ricordo soltanto che i principi di pubblicità e trasparenza rappresentano i principi cardine dell’attività amministrativa, come già precisato dalla L. 241/1990, certamente rafforzati con il D.Lgs 33/2013 e il D.Lgs. n. 97/2016. Ricordo, ancora, che il sindaco Fossi all’inizio della sua campagna elettorale per le amministrative del 2013 aveva detto in merito alla trasparenza che ‘Il Comune deve essere una cassa di vetro. Il Comune deve essere un luogo dove le procedure, le scelte, le decisioni che il Comune prende devono essere conosciute e conoscibili dai cittadini’
 
Allora come la mettiamo, IN TEMA DI TRASPERENZA E PARTECIPAZIONE, con il diniego succitato e l’oscuramento del decreto sindacale n. 21 del 01.06.2018?”
 

NESSUN COMMENTO

LASCIA UN COMMENTO