Gandola (FI): “La sinistra sta uccidendo Campi”

0
186

Più sicurezza e videosorveglianza, agevolazioni fiscali per il commercio e le botteghe storiche, ripristino della no taxi area fino a 15.000 per l’addizionale irpef, introduzione della tassa puntuale sui rifiuti, decoro e pulizia come elementi distintivi di crescita turistica e promozione del territorio, più semplificazione ed elasticità negli uffici comunali per imprese e professionisti, misure economiche per disabili e immediata adozione del piano di eliminazione delle barriere architettoniche, censimento su tutti gli immobili di edilizia popolare e introduzione del principio di residenzialità, riqualificazione degli impianti sportivi, viabilità più sicura con l’introduzione del senso unico in Via dei confini e in Via Santo Stefano, un progetto complessivo di riqualificazione delle frazioni con la realizzazione delle nuove piazze a Capalle e San Donnino, eliminazione degli sprechi e revisione degli immobili in affitto, reperimento dei fondi europei, ed ancora maggiori risorse per manutenzioni, illuminazioni, asfaltature e marciapiedi, revisione del piano traffico e adozione del piano sulla mobilità con la revisione dei percorsi attuali e una mobilità sostenibile con l’ampliamento della rete delle piste ciclabili.  Tra le opere pubbliche per rilanciare gli investimenti anche attraverso il coinvolgimento di privati e il reperimento di fondi europei, completamento della ristrutturazione di Villa Rucellai, rilancio del Museo Manzi, creazione del Museo su Felice Matteucci con creazione del polo dell’arte e della scienza.

 

Sono questi i punti illustrati dai 24 candidati della lista di Forza Italia in occasione della presentazione avvenuta alla presenza dell’On. Deborah Bergamini, del coordinatore provinciale Paolo Giovannini e di Mario Razzanelli, consigliere comunale azzurro a Firenze.

 

Abbiamo scelto un luogo simbolo della rinascita di Forza Italia, hanno dichiarato  in una nota Paolo Gandola, capogruppo di Forza Italia e Elisa Lotti, coordinatrice comunale azzurra. Per questo l’iniziativa si è tenuta nella sala del Consiglio Comunale dove Forza Italia con i suoi quasi 500 atti ha dimostrato, nei fatti, in questi cinque anni, di essere credibile forza di governo. Durante la serata sono intervenuti tutti e 24 i candidati della lista, uomini e donne rappresentativi di tutte le frazioni di Campi che svolgono lavori differenti e che sono tutti in prima linea per convincere i campigiani ad avere il coraggio di cambiare.

 

Applauditissimo l’intervento di Maria Serena Quercioli,  candidata Sindaco del centrodestra: “Dopo i tanti incontri di queste settimane il nostro programma è finalmente pronto. Più che un programma il nostro elaborato rappresenta le linee di indirizzo del mandato amministrativo. Tutto è stato indicando con precisione e con serietà certi come siamo di poter essere presto alla guida del Comune. Più sicurezza con più telecamere, lo spostamento del comando della polizia municipale in Piazza Fra Ristoro, l’introduzione del terzo turno, l’estensione della competenza a Campi del commissariato di Polizia presente a Sesto, meno degrado, con l’introduzione delle sentinelle antidegrado e maggiori sanzioni, apertura il sabato mattina degli uffici anagrafe ed Urp e ancora l’azzeramento delle liste di attesa degli asili comunali anche attraverso una migliore integrazione con il privato. Queste sono le nostre priorità unite ad un rilancio non più rinviabile delle nostre frazioni: Capalle, San Donnino, Sant’Angelo a Lecore sono le zone che maggiormente hanno subito l’abbandono delle amministrazioni comunali negli ultimi anni“.

 

Durante la serata tutti i candidati consiglieri hanno sottoscritto il patto del consigliere per la buona politica : non tradire il mandato elettorale passando ad altri gruppi consiliari, sottoscrivere il programma elettorale, contrastare gli sprechi, impegnarsi a ricevere i cittadini almeno una volta a settimana durante lo sportello a colloquio con il consigliere e impegno alla totale trasparenza i punti principali del patto.

 

Ora o mai più, ha concluso i lavori l’On. Bergamini, occorre desiderare il cambiamento, senza prendere in giro le persone, per questo apprezzo Maria Serena Quercioli, per il programma che ha elaborato, concreto e credibile. Forza Italia, con un centrodestra unito, si candida a governare il Comune di Campi e come avvenuto in queste settimane non mancherà il sostegno di tutti noi. 
Questa sinistra ha fatto il male della nostra Città, ha concluso Gandola. Nell’aria si respira voglia di cambiamento e non dobbiamo avere paura, l’alternanza è il sale della democrazia. Dopo settanta anni è giunto il momento che ci sia un’alternanza al governo della Città. 
Un’alternativa di ripresa, sviluppo ed attenzione ai bisogni della gente. Cambiare con Maria Serena Quercioli si può, ed anzi si deve“.

NESSUN COMMENTO

LASCIA UN COMMENTO