Il racconto di Barna ai carabinieri: “Non mi hanno salutato e li ho ammazzati”

0
2104

Sesto Fiorentino è sotto choc per il duplice omicidio commesso domenica pomeriggio in via dei Grilli da Fabrizio Barna nel quale sono rimasti uccisi Simone Andronico, 31 anni, ammazzato con sei colpi di pistola, e il babbo Salvatore, 66, freddato con un colpo.

Sul Corriere Fiorentino troviamo un virgolettato del killer, interrogato dai carabinieri: “Domenica mattina li ho salutati e hanno fatto finta di non vedermi. Li ho visti e salutati altre tre volte e hanno sempre fatto finta di nulla. Questa cosa mi ha irritato, anche perché avevano sbagliato a fare tutti i lavori, come la caldaia e la fossa biologica. Non ci ho visto più, ho preso la pistola e li ho ammazzati. Dopo non mi ricordo più nulla“, ha raccontato Barna.

Per quanto riguarda le indagini, coordinate dal sostituto procuratore Christine Von Borries, sarebbero in corso accertamenti per verificare la regolarità del porto d’armi posseduto da Barna: l’uomo aveva in casa una pistola Beretta 98 semiautomatica regolarmente denunciata per uso sportivo nel maggio 2012. La Procura ha anche chiesto di appurare se l’arma usata da Barna fosse quella denunciata. Gli abiti dell’uomo – sulle suole delle scarpe sono presenti macchie di sangue – sono stati sequestrati.

Ieri Barna è stato sottoposto alla prova dello stub per accertare se nelle sue mani ci fossero tracce di polvere da sparo. Le autopsie sui corpi non saranno eseguite prima di mercoledì.

NESSUN COMMENTO

LASCIA UN COMMENTO