La maison Roberto Cavalli lascia l’Osmannoro e cerca sede a Firenze

0
359

E’ tempo di riorganizzazione strategica per la maison fiorentina Roberto Cavalli che annuncia l’intenzione di trasferirsi dall’attuale sede nella zona industriale di Osmannoro (dove lavorano 250 persone) a una nel centro storico di Firenze entro l’anno.

Una scelta, si spiega, che fa parte del piano di rilancio del marchio e prevede – riporta l’Ansa – anche la vendita della sede di Osmannoro, nata come spazio industriale, di oltre 25 mila mq.

Dopo la riorganizzazione abbiamo aggiunto valore con la stessa logica 
nostri competitor su quattro macro aree: stile, sviluppo prodotto, gestione produzione, marketing e comunicazione. E’ lì che stiamo investendo. Ci troviamo in una fabbrica ma ho bisogno di meno metri quadrati, qui ci sono 25.000 mq, ne servono 5.000a Firenze“, spiega Gian Giacomo Ferraris, Ceo della maison da luglio 2016 (nominato da Clessidra SGR, il fondo d’investimento italiano che nell’aprile del 2015 ha acquisito il 90% del Gruppo Cavalli).

“Cerchiamo una bella sede a Firenze – continua Ferraris Ho bisogno di una sede rappresentativa, spero che le istituzioni mi aiutino“. Tutte le attività oggi svolte presso il sito di Osmannoro verranno riallocate nella nuova sede, ad eccezione del magazzino materie prime le cui attività verranno affidate all’esterno, presso primarie società di servizi logistici.

Il progetto di esternalizzazione delle attività logistiche, previsto a decorrere dal 30 giugno, comporterà la riassunzione dei 9 operai preposti al magazzino materie prime presso le suddette societa di servizi logistici. “Voglio mantenere la forza lavoro. Nessun lavoro e’ a rischio – spiega Ferraris saranno riassorbite da un primario operatore del luogo

NESSUN COMMENTO

LASCIA UN COMMENTO