Le opposizioni: “Si è oltrepassato il limite. Amministrazione vuole escludere cittadini dalle scelte”

0
812

E’ arrivato il tanto atteso comunicato delle opposizioni di Sesto Fiorentino che protestano contro il taglio di più di 50 tigli in viale XX Settembre per interrare l’elettrodotto. La nota è a firma di Serena Terzani (Insieme Cambiamo Sesto-Per Sesto Bene Comune), Pietro Pompeo Cavallo (Movimento 5 Stelle), Zambini Lorenzo (Partito Democratico) e Maria Tauriello (Forza Italia).

Abbandonare il Consiglio è l’ultima cosa che avremmo voluto fare, ma non potevamo sopportare che, mentre eravamo lì a chiedere chiarimenti al sindaco, a chiedere una moratoria, a poca distanza continuasse il taglio degli alberi.

Non è stato possibile rimanere indifferenti verso questa profonda ferita del tessuto urbano, ferita verso i cittadini con cui non si è voluto instaurare un dialogo e verso le minoranze di cui sono stati ignorati gli atti.

Questa volta si sono oltrepassati i limiti. Il sindaco e la giunta continuano imperterriti a prendere decisioni nel palazzo, senza il coinvolgimento dei cittadini e senza interpellare le opposizioni in consiglio comunale. Qui non c’entra niente l’appartenenza politica, qui si tratta di metodo e di gestione delle scelte da parte del Sindaco e della sua Giunta.

Una riunione mal pubblicizzata, a 72 ore prima del taglio degli alberi di viale XX Settembre, dà la misura della volontà di voler escludere i cittadini dalle scelte di questa amministrazione.

Nessun progetto spiegato e nessuno studio effettuato per poter proporre un’alternativa al taglio degli alberi.

Quale opaco progetto c’è sotto, di ulteriore cementificazione in quell’area?

Il nostro atto estremo serviva a mettere in luce la mancanza di democrazia all’interno delle istituzioni e di dialogo con l’esterno e non accettiamo le strumentalizzazioni che ne sono derivate, così come siamo distanti da alcuni volantini apparsi sui luoghi di protesta“.

 

 

NESSUN COMMENTO

LASCIA UN COMMENTO