Lega Campi sulle dimissioni di Chini: “La soluzione non è gettare la spugna, ma continuare a combattere”

0
367

A Campi Bisenzio stanno facendo discutere le dimissioni di Adriano Chini dal Consiglio comunale. Dopo il commento di Sinistra Italiana, di cui l’ex sindaco era capogruppo, ecco quello della Lega:

 

Filippo la Grassa, segretario della Lega Piana: “Le dimissioni di Adriano Chini dalla carica di consigliere comunale rattristano profondamente se non altro il rispetto che è sempre dovuto agli elettori che hanno dato la loro fiducia al suo progetto politico. Noi siamo i primi a riconoscere l’arroganza e l’incapacità di coloro i quali guidano il Comune di Campi, ma la soluzione non è quella di gettare la spugna, bensì quella di restare e combattere, forti dei voti e del dovere di rappresentanza che sia nei riguardi di chi ha dato la propria fiducia. La scelta di Adriano Chini è l’ultima di una serie di amari bocconi che i campigiani debbono ingoiare, come quello di aver consentito a Fossi, tramite il proprio comportamento al ballottaggio, di tornare ad amministrare Campi Bisenzio. Oggi Chini è vittima delle sue stesse scelte e ora abbandona i campigiani che gli hanno dato fiducia”.

 

Claudio Camilletti, capogruppo: “Mi aspettavo le dimissioni di Chini. Un uomo come lui, che ha fatto della politica la sua vita stando in prima linea, non poteva accontentarsi di sedersi dietro le quinte. Con la consapevolezza di non poter essere e svolgere in consiglio il ruolo di sindaco (per ovvie ragioni perché un sindaco già c’è), ha deciso di mollare il suo posto in Comune, lasciando vuota quella sedia che gli elettori di giugno hanno voluto consegnare a lui fiduciosi che potesse essere l’alternativa alla maggioranza. Una maggioranza con la quale, però, un tempo lui stesso era una maggioranza ma con la quale, oggi, molto aveva da discutere. Forse da ex sindaco non si è visto compreso nei suoi numerosi ed ovvi interventi.Forse, ma  non voglio entrare nel merito delle motivazioni che hanno spinto Adriano ad “abdicare” dal suo trono. Perdere una elezione comunale significa: impegnarsi maggiormente per vincere la prossima, lottare per i principi per cui si è “combattuto” in campagna elettorale, credere nelle proprie opinabili “verità” e portarle avanti in sede di discussione.
Strano che un uomo di esperienza come lui abbandoni il suo ruolo.
Probabile che Adriano si stia preparando ad una nuova avventura politica? Domanda a cui oggi non possiamo rispondere ma che solo il tempo potrà spiegare”.

 

Vanessa Fiaschi, referente della Lega: “Le dimissioni del consigliere comunale Chini non mi sorprendono minimamente. Ha finto in sei mesi di consigliatura un atteggiamento propositivo e remissivo, una sorta di continuum recitativo post campagna elettorale. In questo momento il mio pensiero va a quella buona fetta di campigiani che hanno dato fiducia a chi già in campagna elettorale aveva deciso le sorti di Campi. Quando si dice i “giochi politici non servono a nulla. Caro sig. Chini, oggi lei ha scritto una delle più brutte pagine di Campi Bisenzio. Buon anno a lei“.

NESSUN COMMENTO

LASCIA UN COMMENTO