L’ex Sestese Del Favero: “Quando sono cominciate a circolare le voci di un interessamento della Juve pensavo fosse uno scherzo”

0
245

Sul Corriere Fiorentino troviamo un’intervista a Mattia Del Favero, classe 1998, portiere della Juventus Primavera con un passato alla Sestese: “Da bambino tifavo per la Fiorentina, ma ho sempre avuto grande rispetto per la storia della Juve. Sono contento ed onorato di essere qui. Mio zio mi portava a giocare a pallone ai giardini di Villa Vogel», racconta Mattia. Ero piccolissimo e lui si divertiva a farmi i tiri in porta. Anche mio babbo ha contributo a farmi avvicinare al ruolo. Quando ero a casa salivo sopra al letto e mi lanciava la palla. Mi buttavo per ore. È cominciata così. Mi sono appassionato al calcio, alle partite in tv, insomma, un po’ come tutti. 

 

A dodici anni sono passato in viola. Ci sono rimasto per tre stagioni, poi non mi hanno confermato. A quattordici anni mi sono iscritto al liceo scientifico, convinto che il calcio sarebbe restato un hobby. Poi è arrivato il Prato. Quando sono cominciate a circolare le voci di un interessamento della Juve pensavo fosse uno scherzo. La Uefa Youth League? Una competizione bellissima soprattutto quando vai in trasferta. Giochiamo prima dei grandi, ma prendiamo l’aereo con loro. La prima convocazione di mister Allegri è arrivata quando ancora ero negli Allievi. Buffon è il mio punto di riferimento. Allenarmi insieme a lui è un’emozione indescrivibile. Mi dà molti consigli Com’è parare un tiro di Higuain? Difficile“.

NESSUN COMMENTO