Mostra “I colori del Bosone di Higgs”: presente il Liceo Artistico di P. Romana e Sesto

0
56

La mostra, “I colori del Bosone di Higgs” rappresenta l’evento finale, per Firenze, di un percorso progettuale denominato “Art & Science across Italy”, curato dal dott. Pierluigi Paolucci, ricercatore della sezione dell’Istituto Nazionale di Fisica Nucleare di Napoli e del CERN di Ginevra. Alla manifestazione, che apre domani 10 gennaio 2018, alle ore 17.00, presso l’Accademia delle Arti del Disegno, in Via Ricasoli, n. 68 a Firenze, hanno partecipato gli studenti delle classi 4E, sezione oreficeria, e 5A, settore scultura. Le opere presenti in mostra sono state realizzate durante l’alternanza scuola lavoro, in gemellaggio col Liceo Scientifico Niccolò Rodolico di Firenze. Gli studenti hanno lavorato sia individualmente che in gruppo, condividendo le competenze scientifiche e tecnico-artistiche, per realizzare delle sculture e delle opere di oreficeria che rappresentassero nozioni di fisica teorica, quali il Bosone di Higgs.

L’esposizione è composta da 55 opere realizzate dagli studenti fiorentini, dei Licei Scientifici Leonardo Da Vinci e Rodolico di Firenze, Enriques Agnoletti di Sesto Fiorentino, il Liceo Artistico Statale “Leon Battista Alberti” di Firenze e il Liceo Artistico di Porta Romana e Sesto Fiorentino, in collaborazione con l’Università di Firenze e l’Accademia delle Arti del Disegno, con il supporto della Fondazione Cassa di Risparmio di Firenze e il patrocinio della Regione Toscana, del Comune di Firenze e della Città Metropolitana di Firenze. Insieme ai lavori degli studenti sono inserite anche 26 opere che fanno parte della collezione [email protected] del CERN, che già da anni promuove la realizzazione di opere d’arte ispirate al mondo della fisica delle particelle.

Gli studenti delle scuole fiorentine che hanno proposto le opere più interessanti saranno premiati durante un incontro, il 24 gennaio 2018, presso l’Aula Magna del Rettorato dell’Università di Firenze e invitati a partecipare, nella primavera 2018, ad un master in Arte e Scienza presso i laboratori del CERN di Ginevra. Le prime dieci opere parteciperanno alla competizione nazionale prevista a Napoli, in aprile 2018.

NESSUN COMMENTO

LASCIA UN COMMENTO