Pasquini (Ad Lucart): “Termovalorizzarori alla base dell’economia circolare”

0
76

Intervistato da Repubblica FirenzeMassimo Pasquini, amministratore delegato della Lucart, uno dei giganti italiani della produzione di carta tissue per rotoloni, asciugoni, tovaglioli e fazzolettini, ha parlato così di termovalorizzazione ed economia circolare:

Pensare ad un’economia circolare a rifiuto zero è illusorio, un residuo da smaltire resterà sempre e servono gli impianti di termovalorizzazione per farlo.

Bisognerebbe tagliare l’Iva sui prodotti derivati dal riciclo e imporre alle pubbliche amministrazioni di acquistarli, perché produrre questi oggetti ha costi maggiori, e vanno resi concorrenziali sul mercato per favorire l’economia circolare. Ma, lo ripeto, un rifiuto rimarrà sempre e va smaltito sul posto, altrimenti l’economia circolare resta una chiacchiera. Anche perché all’estero, nei Paesi dell’Europa Occidentale, permettono che certi nostri scarti siano sparsi nei terreni, in Italia invece altolà”.

NESSUN COMMENTO

LASCIA UN COMMENTO