Pd Calenzano risponde alla Ripartenza: “Politica si giudica dalla visione, non dalle poltrone”

1
84

E’ sempre piaciuto acceso il clima all’interno del Partito Democratico di Calenzano a pochi mesi dalle elezioni comunali. L’ala della Ripartenza si è detta estranea alla candidatura di Riccardo Prestini a sindaco e accusa la segreteria di essersi svenduta.

Non si è fatta attendere la reazione del Pd Calenzano:

Fuori e dentro al Pd Calenzano c’è chi non riesce a spiegarsi come sia possibile tanto entusiasmo e fiducia per il percorso largo e partecipato che abbiamo innescato verso le amministrative 2019, o per la scelta di un candidato tanto competente quanto solido nei valori progressisti che stanno a cuore al centrosinistra.

C’è chi lancia accuse di svendite e debolezze, per alcuni il PD avrebbe dovuto fare la voce grossa, imporre nomi interni, piantare bandierine. Ci spiace deluderli: il nostro entusiasmo e la nostra fiducia rimangono intatti, perché crediamo che la politica di un partito non si misuri con le poltrone che riesce ad occupare, ma con la visione che riesce a dare a un territorio.

Quella di Riccardo Prestini è una scelta che rivendichiamo fortemente, perché risponde a tutte le sfide che il Partito Democratico si pone: non solo riuscire a vincere le elezioni di maggio, ma mantenere e innalzare la qualità della vita dei calenzanesi nei prossimi anni, formare una classe dirigente in grado di affrontare grandi sfide per il nostro Comune, proseguire e delineare una nuova prospettiva di sviluppo socialmente e ambientalmente sostenibile, tenere unito il campo progressista e la sua cultura amministrativa a Calenzano.

Riccardo Prestini rappresenta l’opportunità di realizzare tutto questo. C’è chi responsabilmente ha fatto un passo indietro per garantire una scelta unitaria e di visione e dedica idee ed energie a sostegno del Partito Democratico e del candidato sindaco.

A chi preferiva che mettessimo avanti interessi personali o particolari, rispondiamo che metteremo sempre avanti gli interessi collettivi della comunità. L’invito è a guardare avanti, a partecipare e a farsi parte attiva nella campagna che ci aspetta: siamo sicuri che l’entusiasmo e la fiducia dei tanti, che sabato 2 febbraio hanno partecipato alla presentazione di Riccardo Prestini, coinvolgeranno tutti i calenzanesi. Vi aspettiamo, a partire dalla cena di venerdì a Settimello“.

1 COMMENTO

LASCIA UN COMMENTO