Quercioli a Capalle: “Negli ex lavatoi potrebbe nascere un baby parking”

0
20

Si è tenuto ieri pomeriggio a Capalle al giardino di Via dello Scalo una nuova tappa di #Confrontiamoci, il ciclo di incontro promosso da Maria Serena Quercioli, candidata Sindaco per il centrodestra e la lista civica Liberi di Cambiare, per incontrare i cittadini per parlare della frazione di Capalle.
Non possiamo più consentire che il borgo si trovi in queste condizioni di trascuratezza – ha dichiarato Maria Serena Querciolie non appena saremo alla guida del Comune dovremo subito avviare la procedura per la riqualificazione di Piazza Palagione. Essendo di piccole dimensioni, ha la necessità di tornare ad essere a misura d’uomo, considerando che in via dello Scalo c’è un ampio parcheggio. Con l’eliminazione dei posti auto, è possibile ridare a piazza Palagione una pavimentazione che valorizzi gli edifici storici (la chiesa, la canonica, il teatro). L’inserimento di poche alberature e sedute favoriranno il ritrovo delle persone e lo spazio aperto creato permetterà di poter usufruire della piazza in occasione, ad esempio, della festa dei Patroni. Gli sbandieratori della festa potranno esibirsi nell’area di via dello Scalo che permette anche la collocazione di una tribuna. In tale area sono disponibili ben 107 posti auto. L’area a parcheggio e giardino verrà illuminata e videosorvegliata.

Dovremo adoperarci per trattare con la proprietà sulla necessaria e non più rinviabile riqualificazione dei vecchi lavatoi. Al riguardo, dovendo quell’area (in base alla destinazione urbanistica) mantenere una funzione sociale interessante, il progetto che l’ing. Carlo Caputo ha realizzato prevede di sviluppare un vero e proprio baby parking, una forma 2.0 delle più conosciute ludoteche, un luogo accogliente per i bambini ed un servizio simile a quello offerto dall’asilo nido, con il pregio di essere più flessibile rispetto alle esigenze dei genitori. Un servizio socio-educativo-ricreativo orario, un luogo perfetto per affidare i bambini nelle mani di persone competenti in luoghi pensati su misura per il bambino la cui permanenza non può superare alcune ore giornaliere”.

Maggiore sicurezza, con introduzione del vigile di quartiere, riqualificazione del manto stradale, avvio dei lavori della bretellina sono stati gli argomenti trattati.
Ancora una volta – conclude Quercioli i nostri incontri tra la gente sono densi di proposte. Il nostro progetto di cambiamento non si fonda, infatti, su temi astratti ma su proposte concrete e realizzabili. Un aspetto questo che ci rende fortemente temibili e che ha reso la città di Campi pienamente contendibile. Il ballottaggio è alla nostra portata e finalmente possiamo consentire a Campi di voltare pagina”.

NESSUN COMMENTO

LASCIA UN COMMENTO