Rapina alla sala slot di Campi, Forza Italia: “E’ urgente una terapia d’urto da parte del Comune e delle categorie economiche”

0
100

La sala slot di via San Quirico a Campi Bisenzio ha subìto un furto. I ladri hanno fatto irruzione con un auto e rubato circa diecimila euro (LEGGI QUI).

L’episodio ha scatenato la presa di posizione di Paolo Gandola, capogruppo di Forza Italia a Campi, e Paolo Giovannini, coordinatore provinciale di Forza Italia Firenze:

Paolo Gandola: “Dopo pochi giorni dalla rapina all’ufficio postale, si è registrata una nuova rapina ad una sala slot di via San Quirico. I ladri, con il volto coperto e armati di pistola, hanno sfondato la vetrina della sala slot con una vettura e si sono fatti consegnare da un dipendente i soldi. Il bottino sarebbe di oltre 10mila euro.

Siamo dinanzi ad una escalation irrefrenabile, ma le associazioni di categoria non hanno nulla da dire, sono tutti in ferie?

Queste azioni ormai si ripetono con eccessiva frequenza e ledono l’esercente non solo dal lato economico ma anche sotto il profilo della tranquillità lavorativa e della spinta imprenditoriale, nonché del senso di sicurezza personale e dei propri dipendenti e collaboratori. Vogliamo far finta di nulla? Vogliamo continuare a stare inermi?“.

Paolo Giovannini: “L’episodio di Via San Quirico è solo l’ultimo di una lunga serie di atti criminosi e dunque adesso è assoluta l’esigenza di un innalzamento dei livelli di sicurezza, con l’attivazione di interventi mirati ad aumentare la tutela di chi in questo territorio vive e lavora“.

Come si fa ancora a non accorgersi che esiste un problema? E’ un’urgentissima terapia d’urto da parte del Comune e delle categorie economiche interessate  he devono assumersi
sino in fondo la responsabilità di garantire un bene primario ai suoi cittadini qual è la sicurezza”, commentano Gandola e Giovannini.

Oltre a ciò, anche quella delle occupazioni abusive è una piaga che non ha mai visto l’amministrazione comunale farsi parte attiva per effettuare gli sgomberi e ripristinare la sicurezza. Nei giorni scorsi ho personalmente costato come risulti ancora occupato abusivamente la casa cantoniera Anas che si trova a Capalle proprio nella parte finale di Via San Quirico confinante con l’autostrada Firenze–Mare di cui già nel 2017 avevamo chiesto lo sgombero.

Da tempo i residenti segnalano schiamazzi notturni, l’accessione di fuochi ed una preoccupante situazione di degrado che pare non interessare a nessuno. Le azioni di contrasto alla microcriminalità passano anche per il tramite della conservazione del decoro urbano e per il ripristino della legalità. È infatti statisticamente provato che, proprio laddove il decoro urbano lascia spazio a degrado ed abbandono, più frequenti sono gli atti di vandalismo e microcriminalità nonché la concentrazione di soggetti legati al mondo dello spaccio, della prostituzione e della malavita in generale.

Noi di Forza Italia, chiediamo, ancora una volta, la costituzione di un’unità operativa della Polizia Municipale esclusivamente dedicata alla sicurezza cittadina.

L’amministrazione comunale scenda in campo e adotti una serie di ordinanze di contrasto all’insicurezza urbana, ai fenomeni di degrado, all’illegalità ed alle occupazioni abusive, procedendo alla riqualificazione di tutte le aree a rischio affinché Campi non sia una terra di nessuno dove chiunque si senta libero ed indisturbato di fare ciò che vuole a danno di residenti ed esercenti”, concludono i rappresentanti azzurri.

 

 

NESSUN COMMENTO

LASCIA UN COMMENTO