Sequestrati 410 kg di materiale pirotecnico all’Osmannoro e a Prato

0
43

I Finanzieri del Comando Provinciale di Firenze hanno sequestrato nei giorni scorsi 410 kg di materiale pirotecnico rinvenuto in diverse attività commerciali, ubicate tra il distretto industriale fiorentino dell’Osmannoro e Prato, procedendo all’arresto di un imprenditore cinese per detenzione
illegale di materiale esplodente e alla denuncia di altri 2 cittadini cinesi per detenzione e vendita abusiva di fuochi d’artificio.

L’attività investigativa ha avuto origine dagli approfondimenti svolti dalle Fiamme Gialle fiorentine nel corso dei servizi di controllo economico del territorio e dall’analisi di alcuni messaggi inviati tra 2 gestori, poi denunciati, di 2 diverse attività commerciali ubicate nell’Osmannoro, e un comune contatto telefonico.

I messaggi intercorsi tra la detta utenza e i 2 cittadini cinesi acquirenti, inviati attraverso un’applicazione di messaggistica istantanea, invitavano ad iniziare la trattativa commerciale per l’acquisto, totalmente illecito, dei fuochi d’artificio, anche per il tramite di numerose immagini fotografiche e video.

I militari riuscivano quindi a risalire all’intestatario dell’utenza telefonica, ovvero ad un imprenditore di origine cinese di Prato. L’operazione dei Baschi Verdi del Gruppo Firenze è il risultato dell’intensificazione di appositi servizi di
controllo economico-finanziario del territorio di natura preventiva svolti dalla Guardia di Finanza durante il periodo delle festività Natalizie per contrastare possibili fenomeni di commercializzazione abusiva di artifizi pirotecnici e prodotti non sicuri per la salute dei consumatori.

AGI

NESSUN COMMENTO

LASCIA UN COMMENTO