Pd Sesto: “Dopo due anni l’amministrazione Falchi è ancora priva di visione”

0
528

“L’Amministrazione Falchi sono due anni che vivacchia e gestisce quello che cade dall’albero dagli enti superiori a guida PD, per il resto uno stanco immobilismo e una mancanza di visione” hanno dichiarato i Consiglieri comunali del Partito Democratico commentando i primi due anni di mandato Falchi.

“L’ultimo regalo caduto dall’albero è per esempio il ritorno del collegamento autobus a Querceto e Colonnata, grazie alle nuove linee della tramvia. Quello che ha fatto il Sindaco Falchi è stato star fermo ad aspettare, secondo me potevamo evitare questi ultimi due anni di mancanza di servizio. Sarebbe bello se adesso Falchi si congratulasse con il Sindaco Nardella e la sua squadra per il grande lavoro svolto sulla mobilità, portando nel 2018 a una vera e propria riorganizzazione epocale per quanto riguarda la mobilità fiorentina” ha commentato il Capogruppo Pd Zambini.

“Sui rifiuti c’è la futura promessa di un fantomatico porta a porta senza tariffa puntuale, che vuol dire non premiare i cittadini virtuosi. Per il resto ancora non ho capito in cosa consistevano queste firme di accordo su Rifiuti zero. La cosa certa è che oggi Sesto porta a smaltire in discariche o termovalorizzatori di altri Comuni 15.000 tonnellate di rifiuti indifferenziati annui. Sarebbe bello se ogni anno Falchi desse un’onorificenza ai territori che vanno ad accogliere sui proprio territori i rifiuti prodotti dai sestesi come segno di gratitudine. Tipo un “monnezzino d’oro” ha continuato Zambini.

“Sul centro cittadino l’amministrazione è ferma. La fiera Gnamo è stata imbarazzante. Sulla Lucciola è calato il silenzio, su Palazzo Pretorio c’è l’ipotesi di una messa in sicurezza e basta. Di questi spazi pubblici va riaperta la porta e riportate funzioni, servizi, cultura e aggregazione. Un primo passo potrebbe essere quello di avere in centro un punto distaccato della biblioteca. Ci auguriamo che ci sia al più presto un forte cambio di passo perché non possono passare cinque anni così” ha continuato il Capogruppo Pd.

“La sensazione è che l’Amministrazione Falchi viva non solo con le braccia incrociate, ma soprattutto con le dita incrociate. Dopo due anni possiamo dire che la rivoluzione annunciata in campagna elettorale si è rivelata una restaurazione. D’altronde nessuna rivoluzione è mai stata fatta con le braccia e le dita incrociate” ha aggiunto il consigliere Calzolari.

“Anche sul lavoro delle commissioni c’è molto da dire. Dall’idea iniziale di fare una commissione speciale sulle infrastrutture siamo passati a non convocare neppure la commissione competente. Sul tema aeroporto, ad esempio, se da un lato la maggioranza presenta in Consiglio, a pochi mesi di distanza, degli Ordini del Giorno fotocopia, dall’altro la commissione competente dall’ottobre 2016 non è mai stata convocata sul tema” ha sottolineato Calzolari

Il Partito Democratico di Sesto Fiorentino ha inoltre aderito all’iniziativa “Una maglietta rossa per fermare l’emorragia di umanità” promossa da Libera e Gruppo Abele, Arci, Legambiente, ANPI e dal giornalista Francesco Viviano.

“Se siamo qui con le magliette rosse è perché sentiamo e dobbiamo sentire tutti l’esigenza di contrastare questa emorragia di umanità. Dobbiamo riscoprire il significato dell’uomo e dell’umanità. ‘Per una accoglienza capace di coniugare sicurezza e solidarietà’ proprio come dice l’appello. L’Europa deve essere libertà, uguaglianza e fraternità. L’Italia non può essere questa, non può essere Salvini” hanno concluso i Consiglieri del PD.

NESSUN COMMENTO

LASCIA UN COMMENTO