Sesto: presentati i dati economici del primo semestre 2018

0
29
Simbolo del Comune di Sesto Fiorentino

Sono stati presentati mercoledì 26 settembre i dati sugli andamenti economici nel Comune di Sesto Fiorentino, elaborati dagli uffici comunali su dati della Camera di Commercio e relativi al primo semestre 2018.

Le aziende presenti sul territorio sono 5806 e occupano 21703 addetti; i settori maggiormente rappresentati sono quello del commercio (33%), dei servizi (26,8%), quello manifatturiero (23,7%) e delle costruzioni (10,5%). Guardando al numero di occupati, invece, il settore che impiega più addetti è il manifatturiero (36%), seguito dal commercio (27%) e dai servizi (24,6%).

I numeri confermano la tendenza alla crescita nel tempo sia per quello che riguarda il numero di azienda che per il numero di addetti, con le prime che passano dalle 5600 del 2014 alle 5789 del 2016 (+3,3%) fino alle attuali 5806 (+0,2% rispetto al 2016) e il secondo che passa dai 19330 del 2014 ai 20852 del 2016 (+7,8% rispetto al 2016) fino a 21703 (+4% rispetto al 2016). Nell’intero periodo preso in considerazione, dal 2014 al secondo semestre 2018, il settore maggiormente cresciuto è quello manifatturiero, sia per numero di aziende (+10%) che per numero di addetti (+17%), trainato dalla moda (rispettivamente +18,82% e +31,5%) e dal settore alimentare (rispettivamente +19% e +84%).

Stabile il commercio per numero di imprese (+0,58), ma in salita per numero di addetti (+14,4%); cresce anche il settore dell’alloggio e della ristorazione, con un incremento nel periodo considerato dell’8,85% per numero di aziende e dell’1,55% per numero di addetti. Sale il numero delle aziende nel settore dei servizi (+6,35%) accompagnate da un’egual crescita per numero di addetti (+6,24%), trainato da PA, Istruzione, Sanità (+36,96% e 34,29%) e dalle attività professionali, scientifiche e tecniche (+11% e +33,96%).

Questi dati confermano un discreto stato di salute per l’economia del nostro territorio che, seppur non con ritmi sostenuti, mostra una tendenza alla crescita – afferma l’assessore allo Sviluppo economico Marco Becattini Rispetto ai dati relativi all’intera Città Metropolitana, emerge con chiarezza come a Sesto si cresca un po’ di più, segno che il nostro territorio è in grado di reagire bene ai segnali di ripresa. I dati, frutto di un lavoro di elaborazione da parte dei nostri uffici che desidero ringraziare, confermano senza particolari sorprese una preponderanza del manifatturiero che rimane il settore principale per la nostra economia. È positivo osservare una sostanziale tenuta del commercio, anche se questo non può frenare il nostro impegno per accrescere e migliorare la qualità dell’offerta in uno scenario di profondi mutamenti”.

“Presentiamo dei dati sostanzialmente positivi, per quanto parziali e, pertanto, incapaci di raccontare tutta la realtà da soli, ma utili per capire meglio la nostra economia e per indirizzare le politiche di sostegno allo sviluppo – afferma il sindaco Lorenzo Falchi In una fase di persistente crisi economica sarebbe facile lasciarsi andare a trionfalismi, ma dobbiamo guardare a queste statistiche con realismo: al di là dei numeri, non abbiamo strumenti per conoscere la qualità del lavoro, la sua precarietà e le reali retribuzioni. Nonostante questo, non dobbiamo sottovalutare il fatto che i dati ci raccontano di un territorio con un tessuto economico e produttivo vivace, che ha retto nonostante la crisi e capace di attrarre investimenti importanti, generatori anche di buona occupazione”.

Dati scaricabili al link: http://bit.ly/economici2018

 

NESSUN COMMENTO

LASCIA UN COMMENTO