Successo per la mostra “+50” a La Soffitta di Colonnata

0
39
TuttoSesto

Si è chiusa domenica 31 dicembre la mostra “+50” che ha proposto una prima selezione di opere di autori che hanno esposto a La Soffitta Spazio delle Arti nei suoi primi 54 anni di attività espositiva. Per la storica galleria d’arte del Circolo Arci-Unione Operaia di Colonnata a Sesto Fiorentino questo è solo il primo appuntamento di un percorso che, in alcuni anni, vuole riportare all’attenzione del pubblico i pezzi artistici più interessanti che sono entrati a far parte del proprio archivio.

L’iniziativa ha avuto molti consensi – ha sottolineato il responsabile del gruppo La Soffitta Spazio delle Arti e presidente del Circolo Arci-Unione Operaia di Colonnata, Francesco Mariani e sono stati tanti gli artisti che qui hanno esposto a venire a vedere come avevamo allestito la prima selezione di opere. Con +50 si conclude un anno straordinario per la nostra galleria d’arte durante il quale abbiamo organizzato rassegne di altissimo livello: Tutti per l’arte a gennaio; Don Milani, un prete maestro tra febbraio e marzo; La Vergine e la Femme Fatale come settimo evento di AltoBasso da fine marzo a fine maggio; Dipingere la musica con le opere del maestro Luca Galileo Ciuffoletti tra giugno e luglio. A settembre siamo ripartiti con …a brandelli, una collettiva con creazioni ispirate al ciclo dei rifiuti; in ottobre abbiamo avuto la personale Ottanta e li dimostra dedicata al caro amico Mauro Conti; infine, a novembre, l’antologica Il mio sguardo libero con tutta la storia artistica di Laura Zanobini. E in questi eventi abbiamo avuto tantissime visite. L’auspicio è che il 2018 sia ancora migliore”.

E il primo appuntamento è già alle porte: il 5 gennaio c’è un’interessantissima iniziativa curata dal fotografo Claudio Bartoli – che è stato anche il coordinatore di “+50” – figlia delle performance “Il muro” tenutesi il 2 e 13 settembre scorsi a pochi giorni dalla riapertura della Casa del Popolo dopo i lavori estivi di ristrutturazione. In questa occasione, nei locali de La Soffitta spazio delle Arti, Claudio Bartoli e il co- curatore critico d’arte Massimo Innocenti, insieme a Francesco Mariani, presenteranno e daranno una lettura interpretativa delle foto e del video come chiave simbolica, della storia, della attualità e del futuro, che la Casa del Popolo rappresenta. Un dualismo che si ripete nelle 4 principali sintesi che foto e video tentano di rappresentare, “Oggetto e Soggetto – Ideale e Reale – Ricreazione e Creazione – Arrivo e Partenza”, e che saranno evidenziati nella presentazione e nel dibattito che ne uscirà. Inoltre l’attrice Giulia Drovandi farà una lettura del testo che il fotografo ha prodotto a corredo delle foto e del video, insieme ad una analisi poetica del critico d’arte. Il pubblico potrà intervenire ed esprimere la propria opinione.

A completamento della serata – tutto inizierà alle 18 circa – vi sarà anche la presentazione del libro di Fabrizio Borghini “Incontri con l’arte-30 anni di televisione”. L’autore racconterà la sua lunga esperienza giornalistica che lo ha portato a conoscere e intervistare tanti personaggi straordinari – come, per citarne solo alcuni, Pippo Baudo, Gino Bartali, Alfredo Martini, Carlo Verdone, Carlo Conti o Giorgio Panariello – e che ha poi trovato la sua vera vocazione nella trasmissione “Incontri con l’arte” che va in onda tutte le sere su Toscana Tv dalla sua nascita nel 1992.

La Soffitta Spazio delle Arti

NESSUN COMMENTO

LASCIA UN COMMENTO