Vermi nella pasta a Calenzano, D’Elia (M5S): “Inviato esposto agli organi competenti. Si chiarisca velocemente l’accaduto”

0
491

A Calenzano sta facendo discutere, e non poteva essere altrimenti, il ritrovamento di vermi nei piatti di pasta nella mensa scolastica di Calenzano. Dopo la presa di posizione di Daniele Baratti, consigliere comunale della Lega, ecco quello del collega del Movimento 5 Stelle, Americo D’Elia:

Quanto accaduto ha dell’incredibile. Siamo stati avvisati da alcuni cittadini che i loro figli avevano trovato dei vermi nella pasta servita alla mensa scolastica.

Non serve ammorbidire il termine con una lettera ridicola per nascondere che sempre di vermi si tratta. 

Dopo esserci accertati della veridicità della missiva, inviata con tanto di scuse dal Sindaco e dall’Assessore Burberi, abbiamo immediatamente  avvisato la cittadinanza attraverso i nostri canali social perché non tutti erano stati avvisati.  

Abbiamo poi inviato un immediato esposto agli organi competenti che devono tutelare la salute dei nostri bambini.

Non staremo ad aspettare il consiglio comunale come annunciato dall’ex Forza Italia perché la salute dei nostri figli vale più di due voti strappati per ricevere una risposta preconfezionata dalla maggioranza che intanto tace.

In qualità di Presidente della Commissione controllo e soprattutto da padre di due bambini che mangiano quotidianamente nella mensa della scuola e che non è stato avvisato tramite i canali istituzionali ho sentito il dovere di denunciare questo grave episodio e spero nella celerità degli organi competenti per fare luce sull’accaduto.

La domanda che ci poniamo è la seguente: com’è stato possibile che il cuoco non si sia accorto dei vermi presenti nella pasta?

Alla luce di quanto accaduto nutriamo forti perplessità considerando che dal giorno 17 settembre 2018 un cuoco della “qualità e servizi”, società scelta dal PD per fornire i pasti nelle mense scolastiche, ha preso servizio presso la mensa centrale di Calenzano per iniziare il processo di passaggio definitivo che si concluderà tra qualche mese quando tale società avrà la gestione totale del servizio mensa.

Aumentiamo i controlli e la qualità, lasciando altre decisioni alle amministrazioni future che avranno tempi e modi diversi per decidere insieme a tutti i genitori il percorso migliore da seguire“.

NESSUN COMMENTO

LASCIA UN COMMENTO