Violenza sulle donne, Lega Campi: “Alle strumentalizzazioni rispondiamo con fatti concreti”

0
161

Le dichiarazioni rilasciate dalla Consigliera Carovani, in merito alla presunta strumentalizzazione politica (da parte di “alcuni” riconducibili a noi della Lega) sulla lotta alla violenza, mi lasciano qualche perplessità. Come può un corso di autodifesa diffondere paura tra la popolazione? Allora nessuno dovrebbe praticare corsi di difesa personali o arti marziali perché, secondo il loro pensiero, violenza genera violenza. Questo è inaccettabile afferma la Capogruppo Claudia Camilletti.
Nessuno poi può pensare di sostituirsi alle Forze dell’ordine, a cui va un plauso enorme per il lavoro svolto egregiamente su tutto il territorio. Rinnovo, dunque, l’invito alla maggioranza per partecipare all’evento del 24 novembre ore 17 in sala consiliare dove, oltre ad un esperto maestro di karate saranno presenti un avvocato penalista ed una psicologa che prestano la loro professionalità per spiegare a tutto tondo cosa significhi subire violenza e, forse, capiranno che da parte nostra non vi è nessuna strumentalizzazione ma solo volontà di stare vicino alle donne in difficoltà. All’evento campigiano, saranno, altresì, presenti, il Senatore Manuel Vescovi, Jacopo Alberti e Luciana Bartolini Consiglieri regionali, ambedue della Lega.
Siamo d’accordo-precisa Filippo La Grassa– che non basta una sola spruzzatta di spray al peperoncino o un corso di autodifesa per stoppare la violenza ma, per noi, è comunque un mezzo di utile deterrenza. Qualcuno si dovrebbe documentare, visto che non sapeva neanche quale fosse il colore della giornata della violenza della donna. Abbiamo chiesto che la panchina rossa fosse intitolata alla povera Desiree, trucidamente violentata, seviziata ed uccisa, come simbolo dei troppi femminicidi; ci hanno risposto di no e questo è giusto che l’opinione pubblica ne venga a conoscenza. Mi trova particolarmente d’accordo-conclude Filippo La Grassa-che la giornata della violenza contro le donne non ha colore politico, ma spesso per alcuni partiti ci sono, ahimè, violenze di serie A e violenze di serie B.

NESSUN COMMENTO

LASCIA UN COMMENTO