No inceneritore, avv. Tamburini: “Non sono state realizzate le opere di compensazione”

0
323

La sentenza del Consiglio di Stato (LEGGI IL TESTO), che ha confermato la decisione del Tar della Toscana sull’inceneritore fiorentino di Case Passerini, “sancisce l’impossibilità di procedere oltre con la realizzazione” dell’impianto.

Il Consiglio di Stato infatti conferma l’annullamento dell’autorizzazione rilasciata dalla Città metropolitana perché “è stata sanzionata la mancata ottemperanza all’obbligo di realizzare preventivamente le opere di compensazione previste quale condizione irrinunciabile per la realizzazione dell’inceneritore: nello specifico si trattava di un parco di circa 50 ettari. Questo non è stato fatto e dunque nemmeno l’inceneritore non può più essere realizzato“.

E’ quanto spiega – scrive l’Ansa – l’avvocato Claudio Tamburini, legale di Forum ambientalista, Italia Nostra e Wwf, tra i ricorrenti al Consiglio di Stato.

Confermando la sentenza del Tar, il Consiglio di Stato ribadisce l’annullamento dell’autorizzazione, rilasciata nel  2016 dalla Città metropolitana, a procedere per la realizzazione dell’impianto” spiega sempre Tamburini che aggiunge: “Il Consiglio di Stato, respingendo i ricorsi, conferma questa impostazione e di fatto chiude la vicenda“.

NESSUN COMMENTO

LASCIA UN COMMENTO