Attentato di Manchester, il cordoglio non basta

0
184

Ventidue vittime, ma con la concreta possibilità che possano essere molte di più. Bambine e ragazzi, ma l’Isis si ostina a chiamarli Crociati. Una barbarie senza senso che dovrebbe essere combattuta in primis proprio da chi predica l’islam e che, invece, è costellata di silenzi poco innocenti.

Intanto siamo qui di nuovo a piangere i morti, ma per qualcuno non sono altro che lacrime di coccodrillo. Qualche giorno fa Donald Trump ha stipulato un accordo con l’Arabia Saudita, sospettata di essere la principale finanziatrice dell’Isis e impegnata nel sanguinoso conflitto in Yemen, per la vendita di armi per un valore di 110 miliardi di dollari. Produrranno altre morti e fomenteranno altro odio ma, come al solito, i soldi vengono avanti a tutto. Un’operazione finanziaria che costa la finta lacrima di qualche potente e la disperazione di tante famiglie. Molto di meno e molto di più di quei 110 miliardi.

E non si pensi che Trump sia il solo. E’ di qualche giorno fa la denuncia del deputato Mauro Pili di UNIDOS, il movimento di libertà del Popolo Sardo, relativa ad un carico di bombe partito dall’aeroporto civile di Cagliari alla volta dell’Arabia Saudita (ANSA). Non siamo migliori degli altri. Ricordiamocelo.

Appartengo alla generazione che ha cantato Bob Dylan e che ora firma questi trattati. Mi vergogno.

DANIELE NICCOLI

 

 

PADRONI DELLA GUERRA (BOB DYLAN)

Venite padroni della guerra  

voi che costruite i grossi cannoni

voi che costruite gli aeroplani di morte

voi che costruite tutte le bombe

voi che vi nascondete dietro i muri

voi che vi nascondete dietro le scrivanie

voglio solo che sappiate

che posso vedere attraverso le vostre maschere

Voi che non avete mai fatto nulla

se non costruire per distruggere

voi giocate con il mio mondo

come se fosse il vostro piccolo giocattolo

voi mettete un fucile nella mia mano

e vi nascondete dai miei occhi

e vi voltate e correte lontano

quando volano le veloci pallottole

Come Giuda dei tempi antichi

voi mentite e ingannate

una guerra mondiale può essere vinta

voi volete che io creda

ma io vedo attraverso i vostri occhi

e vedo attraverso il vostro cervello

come vedo attraverso l’acqua

che scorre giù nella fogna

Voi caricate le armi

che altri dovranno sparare

e poi vi sedete e guardate

mentre il conto dei morti sale

voi vi nascondete nei vostri palazzi

mentre il sangue dei giovani

scorre dai loro corpi

e viene sepolto nel fango

Avete causato la peggior paura

che mai possa spargersi

paura di portare figli

in questo mondo

poiché minacciate il mio bambino

non nato e senza nome

voi non valete il sangue

che scorre nelle vostre vene.

Che cosa sono io per parlare quando

non è il mio turno?

Direte che sono giovane

direte che non ne so abbastanza.

Ma c’è una cosa che so

anche se sono più giovane di voi:

so che perfino Gesù

non perdonerebbe quello che fate

Voglio farvi una domanda:

il vostro denaro vale così tanto

vi comprerà il perdono

pensate che potrebbe?

Io penso che scoprirete

quando la morte esigerà il pedaggio

che tutti i soldi che avete accumulato

non serviranno a ricomprarvi l’anima

E spero che moriate

e che la vostra morte giunga presto

seguirò la vostra bara

in un pallido pomeriggio

e guarderò mentre

vi calano giù nella fossa

e starò sulla vostra tomba

finché non sarò sicuro che siate morti.

NESSUN COMMENTO