FareXSesto: “Ciclabile, oltre i soldi occorre un progetto”

0
112

“E’ di questi giorni la bella notizia dei finanziamenti stanziati dalla Regione Toscana per lo sviluppo dei percorsi ciclo-pedonali nella Piana Fiorentina. Si tratta di circa Sette milioni di euro di risorse in favore dei Comuni di Firenze, Sesto Fiorentino, Campi Bisenzio, Signa, Calenzano, Prato, Poggio a Caiano e Carmignano.

Ci auspichiamo che oltre agli investimenti si possa parlare di progetti e che questi abbiano una portata multidisciplinare; come tra l’altro avviene in Europa ormai da tempo, dove le piste ciclabili vengono pensate e progettate come delle vere e proprie strade, dove oltre agli ingegneri vengono chiamati consulenti in scienze umane per studiare gli impatti positivi sugli abitanti ed i risparmi per la comunità. 

Ci piacerebbe una volta tanto non fare gli “Italiani” buttando via soldi per fare pezzi di piste ciclabile come delle toppe senza in realtà un progetto unitario, o peggio pensando che la soluzione debba essere solo collegare il punto A con il punto B senza tenere presenti i percorsi legati agli aspetti del benessere.

Mi è subito tornato alla mente l’articolo della Stampa dello scorso 14 agosto che racconta la storia di Paolo Ruffino 26 anni torinese con una laurea in scienze umane ed un master in sviluppo sostenibile, che nella sua tesi ripensava allo sviluppo delle due ruote a Torino. Tesi che nella sua città non ha trovato interlocutori, mentre lui oggi è diventato consulente della provincia di Amsterdam per la progettazione di una nuova autostrada delle bici, che verrà costruita da Hoofddorp ad Aalsmeer. Un’infrastruttura che l’Italia si sogna. Valore economico 15 milioni di euro. 

Per questo intendiamo proporre alla Regione, alla città metropolitana ed ai comuni di iniziare un percorso culturale per non perdere un’altra occasione”.

Francesco Fastellini – FareXSesto 

NESSUN COMMENTO