Festa della Liberazione a Calenzano: il programma delle commemorazioni

0
71

Un programma ricco di eventi, che inizia il 24 aprile per protrarsi fino al 19 maggio, per celebrare il 73° anniversario della Liberazione dell’Italia dal nazifascismo. Promosso dal Comune in collaborazione con l’Anpi di Calenzano.

Festa della Liberazione a Valibona
Martedì 24 aprile, l’Associazione Anziani di Calenzano, organizza una visita al Museo della Deportazione a Figline di Prato. Il ritrovo è fissato per le ore ore 15 in piazza De André. Prenotazioni: 055 8877004.

Mercoledì 25 aprile le celebrazioni inizieranno con la commemorazione delle vittime, partigiani, operai e comuni cittadini uccisi dai fascisti e dai nazisti prima della Liberazione di Calenzano. Questi sono ricordati con lapidi e cippi nei luoghi in cui furono uccisi, dove l’Amministrazione e l’Anpi si recheranno per rendere omaggio alla loro memoria. La partenza è fissata per le 8.30 in piazza del Comune. Alle ore 10, al Cimitero di Calenzano, sarà scoperto il monumento funebre al partigiano Vladimiro, ucciso a Valibona il 3 gennaio 1944.

Le escursioni per Valibona partiranno alle ore 8 dal circolo Arci “Casa del Popolo” di Calenzano, a cura dell’Associazione Assieme, alle 8.30 da Piazza della Chiesa a La Querce (Prato), a cura del Circolo Arci “I Risorti” e alle ore 9.30 al Tiro al Piattello a Le Croci, a cura dell’Associazione Lupo Appenninico Calenzano.

È previsto il servizio di trasporto di persone in difficoltà, su prenotazione fino ad esaurimento posti, a cura della Pubblica Assistenza di Calenzano, con partenza alle 9.30 da piazza di Le Croci e rientro alle 15.30 da Valibona. Prenotazioni: 055 8833282. Il traffico per Valibona sarà vietato, nel tratto compreso tra l’ex tiro al piattello fino al quadrivio dopo Valibona, dalle ore 8 alle ore 18. Presidi a cura di VAB Calenzano.

Le manifestazioni a Valibona inizieranno alle ore 11, con il “Laboratorio del vento”, per bambini, a cura dell’associazione Sale in Zucca. Alle 11.30 all’interno del Memoriale si terrà la conferenza “Antifascismo e Resistenza nella campagna d’Italia”, a cura di Iacopo Nappini dell’associazione Lupo Appenninico Calenzano. Alle 12.30 si terrà la commemorazione al cippo ai caduti.

Prevista la possibilità di pranzo all’aperto con servizio di ristoro organizzato dal Circolo Arci di Carraia e dalla Pubblica Assistenza di Calenzano. L’Unione Speleologica Calenzano organizza una visita alla grotta della Speloncaccia, con partenza alle ore 14 dal Memoriale.

Sempre nell’ambito delle celebrazioni della Liberazione, sarà riproposto a Campi Bisenzio e Sesto Fiorentino lo spettacolo “Tanto stanotte si va via”, dedicato alla battaglia di Valibona, andato in scena in prima nazionale il 3 gennaio scorso al Teatro Manzoni di Calenzano. Lo spettacolo di Bruno Santini, con Gionni Voltan e Bruno Santini, è promosso dai tre Comuni e dalle relative associazioni anziani. Le repliche saranno sabato 21 aprile alle 10 al Teatro della Limonaia di Sesto Fiorentino, giovedì 26 aprile alle 21 al Teatrodante Carlo Monni di Campi Bisenzio e lunedì 30 aprile alle 17 alla Biblioteca Ragionieri di Sesto Fiorentino.

Il programma delle celebrazioni sarà chiuso dalla Gita della Memoria nei luoghi della strage di Niccioleta a Massa Marittina, dove il 13 giugno del 1944 furono rastrellati e uccisi 83 minatori, “colpevoli” di non essersi presentati ai posti di polizia fascisti e nazisti per essere interrogati. La gita si terrà sabato 19 maggio, a cura di Anpi Calenzano. Info e prenotazioni: Vilmo 349 3783910.

Scarica il volantino

Comune di Calenzano

NESSUN COMMENTO

LASCIA UN COMMENTO