Intitolato a Falcone e a Borsellino il primo comprensivo scolastico di Sesto Fiorentino

0
796

Mattinata di festa alla scuola Giuseppe Pescetti di Sesto Fiorentino. Il primo comprensivo, di cui fa parte anche l’istituto di via Armando Diaz, è stato intitolato a Giovanni Falcone e Paolo Borsellino.

Alla cerimonia sono intervenuti il sindaco Lorenzo Falchi, la dirigente scolastica, Giuseppina Forgione, Angelo Corbo, membro della scorta di Giovanni Falcone e sopravvissuto alla Strage di Capaci, e Pietro Grasso, senatore, nonché ex Procuratore nazionale antimafia, accolto con l’inno di Mameli, cantato da alcuni studenti vestiti di bianco, posizionati sulle scale soprastanti la palestra. Al termine della cerimonia, Grasso ha tenuto una lezione sull’impegno alla lotta alla mafia.

L’educazione alla legalità era uno dei principi perseguiti da Falcone e Borsellino. Il collegamento tra queste due figure e la scuola è quanto di meglio ci possa essere per creare generazioni capaci di dar vita ad un futuro migliore basato sul senso del dovere e sul senso dello Stato. Quanto mi fa paura la mafia? Sono preoccupato perché è invisibile. Non essendoci manifestazioni di violenza, diventa sempre più difficile combatterla, ha detto Pietro Grasso (guarda il video qui sotto).

I giudici Falcone e Borsellino sono eroi del nostro tempo, del nostro Paese e della nostra Repubblica. E’ bello che l’intitolazione si tenga oggi, nel settantesimo anniversario della dichiarazione dei diritti dell’uomo. Che cosa sono le mafie se non una delle più grandi negazioni dei diritti delle persone. Bertold Brecht diceva: ‘Beati quei popoli che non hanno bisogno di eroi’. Io penso di poter aggiungere: poveri quei Paesi che non hanno nella loro storia degli eroi da ricordare. Quelli di Falcone e Borsellino sono tra gli esempi più alti di eroismo, di democrazia e di servizio allo Stato“, ha aggiunto il sindaco Lorenzo Falchi.

Durante la cerimonia è intervenuto anche Angelo Corbo: qui sotto il video con le sue parole.

NESSUN COMMENTO

LASCIA UN COMMENTO