La Regione Toscana conferma Tav, aeroporto e inceneritore

0
126

Pieno sostegno e totale condivisione dell’operato della Giunta regionale sulle grandi opere infrastrutturali della Toscana, ovvero il nodo AV di Firenze e la stazione Foster, il potenziamento dell’autostrada A1 e A11, il potenziamento dell’aeroporto di Peretola e le dotazioni impiantistiche di smaltimento rifiuti nella piana fiorentina. L’impegno a proseguire quanto intrapreso per portare a termine i procedimenti di valutazione e autorizzativi e andare avanti quindi sulla realizzazione di queste infrastrutture. La richiesta di conferire periodicamente, infine, presso la IV commissione consiliare in merito allo stato dell’arte di queste procedure. È ciò che prevede la risoluzione promossa dal gruppo Pd collegata alla comunicazione della Giunta, svolta durante la scorsa seduta dall’assessore a Infrastrutture e Trasporti Vincenzo Ceccarelli, “in merito alle procedure di valutazione ambientale e autorizzative sia sulle grandi opere infrastrutturali, sia sulle dotazioni impiantistiche per lo smaltimento dei rifiuti nella Piana Fiorentina”, che ha avuto via libera dall’assemblea toscana.

A illustrare l’atto in aula Stefano Baccelli, consigliere regionale Pd e presidente IV  commissione Ambiente, trasporti e infrastrutture. “Abbiamo voluto ribadire con questo atto tutto il nostro sostegno alla Giunta regionale in merito alle grandi opere che la Toscana attende. – ha spiegato Baccelli – Gli assessori Ceccarelli e Fratoni sono in prima linea per monitorarne l’evoluzione e seguire gli iter autorizzativi, come rientra nelle loro competenze. Sono stati loro a fornirci un’analisi puntuale dei vari stati di avanzamento, sia per quanto riguarda le terze corsie di A1 e A11, che per l’aeroporto di Firenze, il nodo Tav, le dotazioni impiantistiche di smaltimento rifiuti. Rapporti, quelli espressi via via dalla Regione, che non rappresentano unicamente l’espletamento delle proprie funzioni, ma consistono in ragionamenti precisi e puntuali; non un mero assenso ma pareri favorevoli che al loro interno hanno presentato precise prescrizioni, osservazioni che vincolano a interventi di mitigazione ambientale e di sicurezza idraulica, perché le grandi opere devono sempre rispettare le esigenze del territorio che li andrà a ospitare. Invitiamo quindi la Giunta a andare avanti, il gruppo Pd c’è e ci sarà, compatto e convinto, pronto a offrire stimoli e sostegni, in un percorso necessario a rendere la Toscana una regione ancor più competitiva, sempre tenendo conto del necessario equilibrio tra sviluppo infrastrutturale e tutela dell’ambiente”.

controradio.it

NESSUN COMMENTO

LASCIA UN COMMENTO