Proveniva dalla Manetti & Roberts la schiuma sversata nel canale

0
1195

Nella prima mattinata di sabato 6 gennaio, la Sala operativa della Protezione civile – a seguito di una segnalazione della Polizia municipale di Sesto Fiorentino – ha allertato il personale reperibile del Dipartimento ARPAT di Firenze, per la presenza di abbondante schiuma in un fosso che da via dei Gelsi prosegue lungo il Polo Scientifico.

I tecnici dell’Agenzia in servizio di pronta disponibilità, insieme con operatori della polizia municipale dei comuni interessati (Calenzano, Campi Bisenzio e Sesto Fiorentino), hanno risalito il corso d’acqua fino al Canale di Cinta Occidentale che costeggia lo stabiilmento della Manetti & Roberts, accertando che la fuoriuscita della sostanza schiumogena proveniva dall’interno dell’impianto.

Attraverso il personale di vigilanza dell’azienda sono stati quindi avvisati i responsabili dello stabilimento, è stato possibile entrare al suo interno ed accertare che la fuoriuscita proveniva da un silos contenente materia prima (tensioattivi concentrati) utilizzati per la produzione di detergenti, bloccandone la fuoriuscita.

Il personale Arpat ha quindi chiesto l’intervento del Consorzio di Bonifica dell’Area Fiorentina al fine di valutare se la sostanza schiumogena, attraverso il reticolo idraulico della piana, potesse raggiungere il fiume Bisenzio.

L’azienda, a sua volta, ha fatto intervenire una ditta specializzata per aspirare la sostanza riversata nei fossi.

L’intervento del personale ARPAT si è concluso in tarda serata.

Arpat

NESSUN COMMENTO

LASCIA UN COMMENTO