Rottura tubazioni e rischio amianto a Sesto, la Lega chiede chiarimenti all’Amministrazione comunale

0
150

È  ancora recente nella memoria il grave episodio di Via di Rimaggio nel Novembre scorso che determinò allagamenti delle cantine delle abitazioni, nonché notevoli disagi alla cittadinanza e quello di Dicembre scorso in Via Monti con la ripetuta rottura della tubazione idrica, che già a Febbraio del corrente anno si ripresenta la stessa situazione in Viale Pratese e in Via di Scopino. I lavori sono iniziati il 9 Febbraio e termineranno probabilmente il 18 del mese corrente, come si evince dalla segnaletica stradale predisposta dal Comune e da Publiacqua in Via di Scopino.


Da quello che emerge, la situazione evidenziata denota l’ adozione non solo di provvedimenti parziali e poco risolutivi del fenomeno da parte dell’amministrazione comunale ma anche una non chiara dichiarazione rispetto al rischio amianto relativo alla rete idrica e al progetto che la stessa intende adottare per la sua risoluzione.
Per non parlare dei relativi disagi che i residenti si trovano a dover fronteggiare, avendo predisposto un doppio senso di marcia sulla stessa Via di Scopino, che rischia di creare incidenti stradali a causa delle autovetture che, in entrata intendono transitare dalla stessa via per raggiungere le abitazioni e da chi vi deve necessariamente uscire, con la possibilità di intasamento della carreggiata , soprattutto nel caso del passaggio di mezzi di più grandi dimensioni che si trovano costretti a fare marcia indietro per fare passare i veicoli in uscita.


La Lega si domanda per quanto tempo ancora la cittadinanza deve essere esposta a questi disservizi e disagi, visti anche i costi di Publiacqua e quale sia il reale progetto di risanamento della stessa rete idrica da parte dell’amministrazione comunale.
È  altresì necessario chiarire L’ ipotesi relativa al rischio amianto e comunicare gli esiti dei precedenti prelevamenti delle tubazioni su Via di Rimaggio, Via Monti e Via di Scopino.

La Lega intende andare a fondo a questa vicenda perché la cittadinanza non solo deve essere correttamente informata ma anche adeguatamente protetta.

Queste le dichiarazioni di Daniela Pancani Responsabile Lega Sesto Fiorentino e di Filippo La Grassa Coordinatore Lega Piana Fiorentina.

NESSUN COMMENTO

LASCIA UN COMMENTO