Sabato 24 novembre Giornata di Prevenzione dell’Ictus cerebrale

0
48

L’ictus è la prima causa di invalidità negli adulti.

Nell’area metropolitana fiorentina ogni anno ci sono circa 2500 nuovi casi di ictus tra ischemici ed emorragici.La giornata è volta a fornire informazioni sull’ictus, sull’importanza della sua prevenzione, sulla capacità di riconoscerne i sintomi, su cosa fare in presenza di un presunto ictus e sulle conseguenze dell’ictus nella vita di una persona e dei familiari che devono assisterla.

L’ictus è il danno cerebrale conseguente ad un’improvvisa interruzione dell’afflusso di sangue in un’area del cervello (ictus ischemico) o alla rottura di una arteria (ictus emorragico). Le cellule nervose, private così di ossigeno e nutrienti, iniziano a morire nel giro di pochissimi minuti. Durante un ictus muoiono 2 milioni di cellule cerebrali ogni minuto. L’arma vincente contro l’ictus è la prevenzione: più dell’80% dei casi si potrebbero prevenire con semplici controlli e sani stili di vita, ma se l’ictus arriva possiamo sempre curarlo, basta agire rapidamente perché l’ictus cerebrale è un’emergenza medica. Intervenire tempestivamente può evitare morte o gravi disabilità, perché consente il recupero delle funzioni cerebrali compromesse, ripristinando il flusso sanguigno e l’ossigenazione. L’organizzazione dell’assistenza sta migliorando molto negli ultimi anni, grazie all’ istituzione di percorsi diagnostico-terapeutici-assistenziali dedicati guidati dalla Regione, dalle singole Aziende sanitarie e da gruppi di professionisti esperti, collegati tra di loro in un concetto moderno di “rete clinica”. L’associazione ALICe attualmente sta ponendo l’accento sul problema “riabilitazione post ictus”, che deve essere migliorata, come le altre fasi del percorso, a vantaggio di un recupero funzionale e psicologico, essenziale per i pazienti, le famiglie e la società intera.
“La prevenzione e l’informazione medica, in particolare su temi di particolare rilevanza come l’ictus,” commenta l’Assessore Camilla Sanquerin “sono fondamentali e utili per capire e individuare possibili segnali di pericolo, oltre che attuare tutte quelle pratiche di buon senso per limitare eventuali rischi. Per questo non possiamo che ringraziare l’Associazione ALICe e le Farmacie Comunali per aver reso possibile, in maniera gratuita, un evento così prezioso.”

Nel Teatro San Martino, Piazza della Chiesa, Sesto Fiorentino, alle ore 9,30, presentazione dell’iniziativa con l’Assessore alle Politiche Sociali Camilla Sanquerin, il Prof. Domenico Inzitari, già Direttore Stroke Unit AOU Careggi e il Dr. Antonino Silipigni, Presidente A.L.I.Ce TOSCANA SEZIONE DI FIRENZE ONLUS

Dalle ore 11.00 alle ore 17.00, sempre in Piazza della Chiesa n.36  medici e volontari di Alice Firenze saranno a disposizione per la misurazione della pressione arteriosa e della glicemia e per il conseguente calcolo del rischio ictus con la APP ICTUS3R.

Le misurazioni saranno eseguite in modo del tutto gratuito.

NESSUN COMMENTO

LASCIA UN COMMENTO