Sicurezza a Campi, Lega: “Ok la proposta di Nucciotti sulle telecamere, ma non bastano”

0
182

Gli spazi verdi devono essere pienamente vissuti dai cittadini e per farlo devono essere uno spazio accogliente e sicuro. La videosorveglianza è la strada da seguire per mettere un freno alle situazioni di criticità: dallo sporco gettato a terra alla panchina divelta e altri episodi di inciviltà“. Così l’assessore all’ambiente del Comune di Campi Bisenzio, Riccardo Nucciotti, a La Nazione.

Dichiarazioni che hanno scatenato la replica di Vanessa Fiaschi e Filippo La Grassa, rispettivamente responsabile della Lega a Campi Bisenzio e segretario del partito nella piana, neo eletto in Consiglio comunale:

La videosorveglianza è auspicabile e la proposta dell’assessore all’ambiente Nucciotti, per quanto tardiva, è sicuramente un passo necessario per rendere pienamente vivibili le aree verdi. Ma le telecamere non possono sopperire alla presenza dell’operatore, sono un supporto, non antidoto autosufficiente a debellare degrado ed insicurezza.

Bisogna anche precisare il fatto che nel caso di clandestini, la presenza di videosorveglianza può aiutare l’identificazione solo in maniera parziale, essendo questi spesso sconosciuti e più facilitati nel rendersi, successivamente a fatti criminosi o vandalici, irreperibili alle forze dell’ordine“.

Posizione condivisa dal segretario provinciale Alessandro Scipioni: “È necessaria la presenza di operatori addetti alla sicurezza nei luoghi pubblici che possano intervenire tempestivamente. Le telecamere sono sì un deterrente ma non risolvono del tutto il problema. In questo può essere utile fare delle convenzioni con associazioni di cittadini per la sicurezza nelle aree pubbliche. Il generoso volontariato di molti cittadini coscienti, può essere un efficace antidoto contro il degrado e la delinquenza. Ripristinare la vivibilità del territorio è una condizione essenziale di benessere per le persone“.

NESSUN COMMENTO

LASCIA UN COMMENTO