Sinistra Italiana risponde al Pd: “Dichiarazioni da scherzo. Dimostrazione di scarsa serietà”

0
231

Commentando l’approvazione del masterplan sull’ampliamento dell’aeroporto, Stefano Gennai e Lorenzo Zambini, segretario e capogruppo del Partito Democratico di Sesto Fiorentino, si sono concentrati sul Piano strutturale. Le loro parole hanno destato la dura reazione di Jacopo Madau ed Enrico Solito, capogruppo e segretario di Sinistra Italiana.

Jacopo Madau: “Carnevale è alle porte e qualcuno, questa mattina, deve essersi travestito da segretario Gennai e da capogruppo Zambini per rilasciare una serie di dichiarazioni che non possiamo che prendere per uno scherzo. Mercoledì Lega, Movimento 5 Stelle e Partito Democratico, sindaco Nardella in testa, hanno dato il via ad un’opera che stravolgerà il nostro territorio. Il PD sestese su questo non solo non ha niente da dire, ma questa mattina, per l’ennesima volta, dà prova di scarsa serietà o, peggio, di impreparazione totale. Non è dato sapere cosa ne pensino Zambini e Gennai della nuova pista che, a quanto pare, li trova d’accordo, in linea con gli ordini di partito provenienti da Firenze. In compenso aprono una polemica inutile sul Piano Strutturale che, è bene ricordarlo, hanno votato. Diamo una notizia al Partito Democratico: il masterplan fa variante a qualsiasi strumento urbanistico vigente. Il percorso del Piano Strutturale è iniziato a fine 2016, un anno prima dell’avvio della conferenza dei servizi, e oggi arriva a compimento. Si tratta di due percorsi diversi e, nel caso del Piano Strutturale, di un procedimento con tempi indicati dalla legge. Evidentemente Gennai e Zambini avrebbero preferito inserire da subito la previsione dell’aeroporto, confermando la linea tenuta dai tempi della sindaca Biagiotti e sconfitta dal voto dei cittadini“.

Enrico Solito: “Il Piano Strutturale traccia le linee per lo sviluppo del territorio nei prossimi decenni. Nella nostra visione l’aeroporto non c’è e non ci sarà, in quella del Partito Democratico di Sesto, ormai da anni commissariato dall’esterno, evidentemente sì: invece di attaccarsi al Piano Strutturale, bene farebbero Zambini e Gennai a dirlo con chiarezza ai cittadini. Da parte nostra, come avvenuto con l’inceneritore, continueremo ad avversare quest’opera inutile e dannosa, ribadendo come nel futuro della Piana non ci sia spazio per chi pensa di poterla stravolgere in nome di un’idea di sviluppo provinciale e limitata“.

NESSUN COMMENTO

LASCIA UN COMMENTO