Toscana Aeroporti potrebbe dar vita a una propria impresa per costruire la nuova pista

0
186

Arriva la Tac per costruire l’aeroporto in casa“. Titola così La Nazione in riferimento all’ampliamento dello scalo di Firenze. “Toscana Aeroporti Costruzioni– si legge nel sommario – consentirà di evitare il bando europeo e risparmare sei mesi“. Vi proponiamo una parte dell’articolo:

Per realizzare la nuova pista parallela convergente serviranno 851 giorni effettivi di lavoro, poi il tempo necessario ai collaudi. Insomma 28 mesi netti di cantieri – prima di essere sottoposta ai nullaosta necessari – almeno secondo quanto previsto dall’aggiornamento del cronoprogramma contenuto nella relazione di cantierizzazione del progetto esecutivo di Toscana Aeroporti per l’attuazione del masterplan: due mesi in più, rispetto al progetto depositato nell’aprile scorso, necessari per il completamento della pista con impianti switch tra la vecchia e la nuova pista, oltre alla realizzazione definitiva della nuova viabilità, anche ciclabile, con smantellamento della vecchia viabilità. 

Per azzerare l’effetto dell’allungamento dei tempi di realizzazione, Enac ha suggerito a Toscana Aeroporti di fare i lavori in ‘proprio’, ovvero creando un’impresa – che dovrebbe prendere il nome di Tac, cioè Toscana Aeroporti Costruzioni – che inglobi altre aziende con personale e macchinari. Un modo per avere tutto in casa, compreso il know how, ed evitare la gara d’appalto europea per l’assegnazione dei lavori, che porterebbe via almeno altri sei mesi di tempo. Facendo due conti, in base al nuovo cronoprogramma, si potrebbe decollare nel 2021 dal nuovo Vespucci. Sempre che tutto vada liscio, che si fondi la Tac, e che la prima seduta della conferenza dei servizi venga confermata per il 7 settembre senza ulteriori dilazioni per chiudersi entro i 60 giorni stabiliti dalla riforma Madia che ha introdotto il nuovo modello generale di conferenza di servizi decisoria che, al suo atto conclusivo rilascia il permesso a costruire“.

NESSUN COMMENTO

LASCIA UN COMMENTO