Toscana Aeroporti pronta a diventare sponsor della Fiorentina

0
59

La Fiorentina è alla ricerca di uno sponsor. Questo, scrive La Nazione, sarà Toscana Aeroporti. E’ il primo passo di un sodalizio destinato a durare nel tempo. L’accordo non è ancora stato chiuso, ma da entrambe le parti c’è la manifesta volontà di portare a termine la trattativa: da valutare la sostenibilità dell’impatto economico sulla gestione di Toscana Aeroporti, disponibile anche a forme di collaborazione con ingresso graduale nel sodalizio con Fiorentina.

Nel corso della trattativa – si legge – sarebbero emerse altre possibilità. La Fiorentina, com’è noto, vuole realizzare un centro sportivo per le squadre giovanili.

L’acquisto, da parte di Toscana Aeroporti, dell’area di Castello potrebbe ribaltare le carte in tavola. Per due motivi. Il primo: nel computo dei 123 ettari che sono stati rilevati dalla spa aeroportuale, si può facilmente individuare lo spazio necessario allo sviluppo del progetto del centro sportivo viola, che prevede di estendersi su oltre 20 ettari. Il secondo: se la linea politica di Palazzo Vecchio non cambia e si continuerà a puntare su Novoli come sede prescelta per ospitare il nuovo stadio e la cittadella viola – pur in presenza dell’alternativa di Castello a portata di mano –, per la Fiorentina avere un centro sportivo a poche centinaia di metri di distanza dal nuovo impianto, sarebbe sicuramente un vantaggio. Anche perché l’obiettivo è realizzare 12 campi da calcio, di cui uno con spalti coperti (una tribuna capace di accogliere sino a un migliaio di persone) da destinare a stadio della Fiorentina Women’s e della Primavera, per ospitare le quattordici squadre giovanili del pianeta viola, ma anche per gli allenamenti della prima squadra. Nel progetto rientrano anche una grande palestra con piscina e una foresteria campus studi per i ragazzi che arrivano da fuori Firenze e che non possono rientrare a casa alla sera.

Per la cittadella viola, si legge a fine articolo, la Fiorentina ha già due partner che restano in lista d’attesa, non potendo ancora fornire garanzie sulla data di partenza del bando per i lavori di costruzione.

NESSUN COMMENTO

LASCIA UN COMMENTO