Aeroporto, Amato (AL): “Il PD boccia la richiesta per applicare i regolamenti internazionali”

0
77

La maggioranza boccia proposte atte a garantire l’applicazione dei Regolamenti Internazionali, inerenti la sicurezza di coloro che saranno sorvolati e trasportati, oltre a disattendere la richiesta di tutelare i cittadini dall’inquinamento acustico e atmosferico , in una zona già fortemente compromessa e in cui sono previsti sia un Inceneritore, che l’ampliamento della terza corsia dell’autostrada oltre che nuovo aeroporto e stadio con tanto di cittadella viola. Si tratta di una grave leggerezza che rischia di avere serie ripercussioni su tutta l’area metropolitana”. E’ quanto sottolinea Miriam Amato, consigliera comunale di Alternativa Libera.

 

Nel corso delle comunicazioni sul nuovo aeroporto e sul nuovo stadio, la consigliera ha presentato undici ordini del giorno, tutti bocciati: “Eppure si trattava di proposte semplici per garantire in particolar modo i residenti e per valutare eventuali incompatibilità con la pista di Peretola”. Numerose sono le criticità in particolar modo per il nuovo aeroporto è in contrasto con le normative nazionali e internazionali – spiega Amato – Con questi ordini del giorno chiedevo un confronto pubblico con i cittadini in merito alle due nuove grandi opere, ma anche azioni di controllo e monitoraggio delle condizioni di sicurezza anche inerenti al monitoraggio degli ostacoli esistenti da parte del gestore aeroportuale“.

La consigliera comunale aveva proposto anche azioni per il miglioramento acustico degli edifici privati, ma tutte le proposte sono state respinte: “Purtroppo il Partito Democratico non accetta il confronto su un’opera di grande impatto e fortemente divisiva come il nuovo aeroporto di Firenze. Ma i problemi – conclude Amato – rimangono tutti sul tavolo, senza che le istituzioni coinvolte siano interessate a risolverle. Si tratta di una grave responsabilità politica”.

Fabrizio Ricci replica a Miriam Amato
Troppe strumentallizzazioni. E’ bene essere chiari e corretti con i cittadini – replica il presidente della Commissione Ambiente, Vivibilità urbana e Mobilità Fabrizio Ricciquando si affrontano questioni serie come quelle relative alla salute e alla sicurezza connesse al progetto per la nuova pista dell’aeroporto di Firenze. Non si può far credere che infrastrutture come queste possano esser pensate, progettate e realizzate senza il massimo rispetto e attenzione verso normative nazionali ed internazionali che regolano il settore e il complesso delle leggi che riguardano l’assetto urbanistico, ambientale e paesaggistico. Inondare di ordini del giorno solo per sollevare polveroni, alimentare sfiducia ed insicurezza non risolve nulla, serve solo ad una cattiva e superficiale propaganda politica. Noi – aggiunge il presidente Fabrizio Ricci – seguiamo un’altra linea: una costante e precisa attenzione verso le progettazioni in corso, un confronto sulle problematiche concrete, un richiamo costante alle precise responsabilità di tutti i soggetti coinvolti, avendo sempre presente come prioritario il principio della massima precauzione quando in ballo ci sono la sicurezza e la salute della comunità”.

Comune di Firenze

NESSUN COMMENTO