Aeroporto: il Pd di Prato dice no

1
309
Aeroporto di Firenze
TuttoSesto

La segreteria provinciale del Partito democratico di Prato silura la proposta di pista parallela convergente dell’aeroporto di Peretola, fortemente voluta dal presidente della Regione, Eugenio Giani.

A ufficializzare la posizione una nota di via Carraia: “Carte alla mano, continuiamo ad esprimere contrarietà– si legge nella presa di posizione – manteniamo, quindi, la posizione già espressa più volte e ci impegniamo a sostenerla anche attraverso i nostri rappresentanti in Regione, a partire dalla consigliera Bugetti”.

La segreteria dem aggiunge: “Risulta difficile comprendere come, a fronte di un’area aeroportuale più grande e di una frequenza dei voli sicuramente maggiore, possa esserci un miglioramento in ambito di bilancio ambientale complessivo per la Piana. Anche col nuovo progetto rischiano di essere compromesse zone che costituiscono il sistema di biodiversità e di ecosistema del parco della Piana, con particolare riferimento al lago di Peretola e all’oasi Wwf di Val di Rose”.

È poco opportuno, sottolinea la segreteria locale, “mettere in discussione il parco per realizzare un’opera simile”.

I dem pratesi temono che le rotte di volo finiscano ugualmente per penalizzare le aree di Prato Sud e dei comuni medicei, oltre a non tenere in considerazione a sufficienza lo sviluppo del polo scientifico di Sesto Fiorentino. Intanto il Pd si prepara a presentare un ordine del giorno nei Consigli comunali di Poggio a Caiano e Carmignano con l’impegno a estendere l’iniziativa anche nelle altre assemblee cittadine della provincia.

“Come partito – conclude il segretario provinciale Marco Biagioni – abbiamo intenzione di organizzare ulteriori momenti di approfondimento insieme alle realtà ambientaliste e ai cittadini della zona sud di Prato e dei comuni medicei”.

Cap/ Dire

1 COMMENTO

  1. Io trovo semplicemente ASSURDO che con tutte le precarieta’ del nostro territorio ; delle nostre squole ; della nostra sanita’ si pensi a realizzare questa opera che e’ la negazione dell’ecologia , della salvaguardia della biodiversita’ ambientale ; dell’ habitat dei nostri figli e nipoti in nome di innominabili priorita’ per una citta’ che gia oggi e’ un dormitorio per turisti , che si vuole portare i guadagni dai voli in termini di impieghi , che mi pare soprattutto si voglia mirare a delle mazzette gigantesche che nessuna altra opera promette di offrire ai partiti!!!!!!spero di sbagliare .

LASCIA UN COMMENTO