“AscoltiAMO Campi”, prima tappa alle case popolari di Sant’Angelo a Lecore per Forza Italia

0
149

Inaugurata Martedì scorso è subito entrata nel vivo, con la prima tappa del tour, la campagna di ascolto “#AscoltiAMO Campi, con la quale, a bordo di una 500 azzurra, i consiglieri comunali di Forza Italia, hanno avviato una fase di confronto con cittadini, associazioni e comitati per illustrare quanto fatto in questi cinque anni in Consiglio Comunale e per raccogliere le istanze provenienti dal territorio.

Dopo le foto di rito durante la presentazione del nuovo progetto, la Fiat 500 con a bordo i consiglieri di Forza Italia ha subito iniziato la sua corsa e si è diretta presso le case popolari di Sant’Angelo a Lecore dove, ad attendere l’arrivo, erano presenti alcuni residenti oramai esasperati.

Forza Italia torna così nuovamente a raccogliere il grido di allarme lanciato dagli abitanti delle case popolari di Via Sant’Angelo a Lecore n. 126 gestite da Casa Spa e ubicate sul territorio del Comune di Campi Bisenzio.

Ancora una volta, dichiarano in una nota Paolo Gandola, Capogruppo di Forza Italia, Chiara Martinuzzi, Consigliera comunale azzurra, Elisa Lotti, Coordinatrice comunale di Forza Italia Campi e Angelo Victor Caruso, responsabile Forza Italia Giovani, abbiamo riscontrato una vera situazione di abbandono, il cancello perimetrale del giardino è rotto, il portone dell’immobile non si chiude, il giardino si trova in una condizione di vera fatiscenza, gli infissi sono quasi completamente sgretolati, le muffe sulle pareti hanno oramai preso il sopravvento e si è perso il conto delle crepe presenti.

Noi di Forza Italia lo ripetiamo ancora una volta: lo stabile di Via Sant’Angelo a Lecore dove sono ubicati 4 appartamenti popolari e  4 c.d parcheggio ha urgente necessità di essere sanificato e restaurato.

Gli appartamenti risultano totalmente insalubri e a rischio salute per gli assegnatari; le pareti risultano piene di muffe, fili elettrici a vista, persistono infiltrazioni d’acqua piovana e dai tubi di scarico all’interno degli appartamenti, grondaie e pluviali rotti che provocano perdita di acqua al ridosso delle facciate, cornicioni ed infissi esterni che cadono a pezzi. Viene segnalata la presenza di topi nell’intercapedine tra il tetto e i solai, riscontrata invece la presenza di scarafaggi e addirittura da mesi oramai il portone di ingresso del Condominio risulta rotto e non funziona, altresì, nemmeno il sistema di citofono e di apri porta. Insomma una situazione intollerabile.

Eppure, continua Gandola, gli alloggi comunali di Sant’Angelo a Lecore sono stati interamente ristrutturati dal Comune nel 2010 quando scelse di utilizzarli per far fronte alle nuove emergenze abitative affidando poi la gestione a Casa Spa. Da allora sono passati solo 7 anni ma l’immobile risulta irriconoscibile: scrostamenti, ammaloramenti, grondaie rotte, e muffe su tutte le pareti. Su tutto pesano gli anni e la mancate manutenzioni, ma anche la pessima progettazione. A non subire l’avanzare del tempo, però, sono le lamentele inascoltate e rivolte sia ai gestori degli immobili come Casa Spa, sia al servizio sociale professionale che segue i nuclei familiari assegnatari.

Con la pioggia battente delle ultime settimane l’immobile è stato letteralmente invaso da muffa e spesso l’acqua è penetrata all’interno degli appartamenti. Il soffitto, le pareti, il bagno, niente viene risparmiato.

“Ci sentiamo abbandonati. A rischio c’è la nostra sicurezza e la nostra salute”. Sono solo alcuni dei commenti scambiati dai presenti sempre più indignati.

I Consiglieri comunali prendono nota, appuntano tutto e annunciano nuove interrogazioni in Consiglio comunale. Poi salgono a bordo della Fiat 500 pronti per recarsi altrove per una nuova tappa del tour, con l’intento annunciato di coinvolgere il cittadino che potrà finalmente rivolgersi direttamente ai rappresentanti della politica locale e dialogare con loro dei problemi e delle proposte che riguardano la propria area di residenza.

NESSUN COMMENTO

LASCIA UN COMMENTO