Baratti (Lega Calenzano): “St.Art, costi insostenibili per un immobile poco utilizzato”

0
90
Daniele-Baratti
Daniele Baratti

L’immobile di proprietà della Calenzano Comune srl, spiega il capogruppo della Lega Daniele Baratti, è stato acquisto nel 2007 per un importo pari a 1.735.000 euro.
Esaminando il periodo dal 2007 al 2017 (dati ricevuti mediante un accesso agli atti del 2019), le spese sostenute dal Comune per investimenti e manutenzione straordinaria ammontavano a circa 680mila euro. A questa cifra dobbiamo aggiungere i contributi della Regione che ammontano a circa 500mila euro. Un totale di oltre un milione di euro per una struttura che, al di là di alcuni eventi durante l’anno, spesso risultava chiusa e inutilizzata.
Sono trascorsi alcuni anni e la situazione non è cambiata.

Durante l’ultimo consiglio comunale ho chiesto nuove informazioni in merito al suo utilizzo ed i dati sono decisamente preoccupanti.
Tra manutenzione ordinaria e straordinaria, nel 2021 abbiamo speso 36mila euro, nel 2022 21mila euro e nel 2023 quasi 40 Mila euro.
Nel 2022 l’immobile è stato utilizzato solo 26 giorni su 365 mentre nel 2023, esaminando i dati aggiornati al 30 settembre, 35 giorni.

E’ chiaro ormai a tutti che questo immobile, utilizzato prevalentemente solo per la fiera dell’olio, è un peso non indifferente sulle casse comunali.
In tutti questi anni non è mai stata trovata una soluzione per lo St.Art ed è una questione di cui è responsabile chi negli ultimi 20 anni ha gestito questo Comune.

NESSUN COMMENTO

LASCIA UN COMMENTO