Calenzano, Venturini: “Prendersi cura e migliorare insieme, le mie politiche sociali”

0
176

Si avvicinano le elezioni comunali a Calenzano, in programma domenica 26 maggio. Attraverso il seguente comunicato stampa, Marco Venturini, candidato sindaco sostenuto da Sinistra per Calenzano e Per la mia Città, espone le sue idee sulle politiche sociali inserite nel programma elettorale:

Calenzano è una cittadina dove si vive bene, ma negli ultimi anni, a causa della crisi, anche qui si è allargata la fascia della povertà e in generale si è avuto un arretramento nelle condizioni di vita di larghe fasce di popolazione. Il bisogno di aiuto ed assistenza si è ampliato e non sempre la risposta è stata all’altezza delle necessità, anche a causa di una certa sottovalutazione delle aree di criticità sociale ed abitativa.

La crisi economica e l’invecchiamento della popolazione rendono necessarie maggiori attenzioni ed investimenti in questo campo.

Noi siamo per politiche sociali attive che prevengano il disagio e le sue cause, rivolgendosi anche a coloro che seppur in difficoltà non si recano ai nostri sportelli.

Queste sono le nostre proposte:

– Effettueremo una mappatura completa delle condizioni di difficoltà e di bisogno;

– Rilanceremo il punto di accesso unico ai servizi e alle prestazioni per le persone in difficoltà;

– Rafforzeremo i servizi di assistenza sociale e domiciliare per anziani e persone anche momentaneamente non autosufficienti;

– In vista della scadenza della concessione della Residenza Sanitaria Assistita di Villa Magli prenderemo in considerazione anche forme di gestione associata sovracomunali;

– Dato che Calenzano ha tra le percentuali più basse di edilizia economica e popolare dell’area Fiorentina, vogliamo rilanciare gli interventi in questo settore e anche aumentare le case ad affitto agevolato, con particolare attenzione alle giovani coppie, facilitando il recupero del patrimonio edilizio esistente abbandonato;

– Ci impegniamo a rilanciare la battaglia per una maternità consapevole, riqualificando il ruolo dei consultori;

– Vogliamo infine dare un senso più compiuto alla Casa della Salute, ampliando i servizi di diagnostica e specialistica, oggi ai minimi termini

– Continueremo la collaborazione con volontariato ed associazionismo senza per questo scaricare sul terzo settore impegni e responsabilità che sono e devono rimanere in campo all’amministrazione.

Queste sono le nostre azioni concrete, i nostri punti fermi per assicurare a tutti i cittadini un buon sistema di welfare, affinché questa possa essere a tutti gli effetti la nostra Calenzano bella davvero”. 

 

 

NESSUN COMMENTO

LASCIA UN COMMENTO