Campi: approvata la mozione di Forza Italia per valorizzare la figura di Felice Matteucci

0
104

È stata approvata all’unanimità la mozione di Forza Italia sulla scoperta e la valorizzazione della figura di Felice Matteucci, sepolto presso Villa Montalvo e inventore del primo motore a scoppio.

Al termine del voto, entusiasta si è dichiarato il capogruppo azzurro Paolo Gandola, che insieme alla coordinatrice comunale Elisa Lotti e al Prof. Giacomo Ricci, presidente della Fondazione Barsanti-Matteucci, nelle settimane scorse, avevano presentato il testo approvato all’unanimità da tutto il Consiglio comunale.

L’atto ha un valore davvero importante – commenta GandolaConsiderato che il Comune di Campi Bisenzio potrebbe perdere le spoglie di Felice Matteucci visto che la fondazione “Barsanti – Matteucci” ha già lanciato la proposta di trasportare le spoglie in Santa Croce dove già riposano quelle di Padre Barsanti, oggi era necessario che il Consiglio Comunale ribadisse il valore della figura di Felice Matteucci quale innovatore straordinario e decidesse di iniziare a lavorare concretamente per unire la sua figura in modo inscindibile con l’identità della Città di Campi. L’atto approvato, spiega ancora Gandola, impegna il Sindaco e la Giunta a promuovere e diffondere l’opera di ricerca scientifica e sperimentale eseguita da Felice Matteucci, a rimuovere, nel più breve tempo possibile, tutte le scatole oggi ammassate presso la Cappella di Villa Montalvo, ad avviare un tavolo di lavoro per ricordare adeguatamente la figura di Felice Matteucci, allestendo, ad esempio, una mostra permanente di colui che tra le altre cose studiò per primo  l’impiego dell’idrogeno come combustibile, a richiedere l’adesione del Comune di Campi Bisenzio alla Fondazione “Barsanti – Matteucci”  e a sviluppare con la stessa  la più ampia e fattiva collaborazione. L’atto infine, chiede all’amministrazione di adoperarsi affinché anche il Comune di Campi Bisenzio sia inserito nel circuito dei “luoghi del Motore”, nonché ad avviare ogni altra iniziativa che ricordi la figura di colui che fu uno dei principali artefici e vettori della modernizzazione.

Durante la discussione dell’atto, favorevole si è espressa anche l’Assessore Monica Roso la quale ha dichiarato che in questo momento la Cappellina di Villa Montalvo sta per essere liberata essendo iniziati i lavori per riportare l’archivio presso la Sala Nesti.

Al massimo in un paio di settimane, ha continuano l’Assessore, la cappellina sarà liberata e dunque si potrà iniziare il ragionamento con la fondazione Barsanti Matteucci e con la casa delle memoria. Ciò che conta – commenta ancora Gandola è che da parte dell’amministrazione comunale sia emersa l’intenzione concreta di valorizzare la figura e gli studi di Matteucci che con la scoperta del motore a scoppio ha cambiato le sorti del mondo. Per consentire l’approvazione unanime è stato accolto l’emendamento presentato da Lorenzo Galletti, Capogruppo del PD, che ha chiesto che il percorso tracciato dalla Mozione avvenga dopo un’accurata ricognizione per valutare le risorse economiche necessarie. Questo, ha rimarcato l’Assessore Roso, per evitare gli errori commessi con l’apertura del Museo Manzi, avvenuta dieci anni fa, senza aver fatto i lavori di messa in sicurezza dei locali che ora dovremo svolgere noi per rilanciare il museo e renderlo nuovamente fruibile a tutti.

Tutto ciò sta nelle cose, ha dichiarato Gandola approvando l’emendamento ricordando come le risorse potranno essere trovate ricorrendo all’art bonus e alle sponsorizzazioni. L’approvazione della Mozione riempie di soddisfazione Gandola che ci tiene a ringraziare la maggioranza: “in questi mesi di nuova Consiliatura  stiamo lavorando bene con concretezza e pragmatismo. Con questo atto salgono a sei le Mozioni di Forza Italia approvate dal Consiglio comunale,  un fatto del quale andiamo profondamente orgogliosi e che testimonia come la nostra attività politica sia, durissima laddove necessario, ma anche e soprattutto ricca di proposte, fattibili e realizzabili, per disegnare il futuro  della nostra Città. Noi siamo e restiamo in campo proprio per questo”. 

NESSUN COMMENTO

LASCIA UN COMMENTO