Campi Bisenzio: sede Confesercenti intitolata a Marino Roso

0
11
Marino Roso - Confesercenti Campi
Foto di Confesercenti Firenze

Ha suscitato un’ondata di emozione la scomparsa, nell’agosto 2018, di Marino Roso, nella comunità di Campi Bisenzio e nella Confesercenti tutta. Marino è riuscito a trasmettere alle persone che lo hanno conosciuto e vi hanno collaborato valori positivi come il senso del dovere, il rispetto delle regole, il senso di legalità, l’impegno per raggiungere gli obiettivi condivisi.

Per ricordare la “grande persona” che era Marino Roso e per valorizzare la sua esperienza all’interno dell’associazione, Confesercenti ha organizzato domenica 6 ottobre un’iniziativa in sua memoria: l’intitolazione della sede Confesercenti di Campi Bisenzio a Marino Roso e la consegna dei Premi “Marino Roso – Impresa e Territorio”.

Hanno partecipato alla cerimonia Emiliano Fossi, sindaco di Campi Bisenzio, Nico Gronchi Presidente Confesercenti Toscana, Claudio Bianchi Presidnete Confesercenti Firenze, Christian Domizio Presidente Confesercenti Campi Bisenzio, Alberto Marini Direttore Confesercenti Firenze e numerosi rappresentanti dell’amministrazione comunale, delle istituzioni e del mondo associativo di Campi Bisenzio; presenti, inoltre, i familiari di Marino Roso: Laura compagna di una vita, la figlia Monica Assessore alle Politiche Educative e Culturali del Comune di Campi Bisenzio, il genero Leonardo e le nipoti Benedetta e Clarissa.

Marino Roso è riuscito a trasmettere alle persone che lo hanno conosciuto e vi hanno collaborato, per tratti di lavoro più o meno lunghi nella vicenda di Confesercenti, valori positivi come il senso del dovere, il rispetto delle regole, il senso di legalità e l’impegno per raggiungere gli obiettivi condivisi. – hanno affermato i rappresentanti di Confesercenti – E lo ha fatto con il suo stile, con semplicità, coinvolgimento, generosità e, sopratutto mettendoci la faccia, sempre. Ma anche senza protagonismo perché era il soggetto collettivo, la Confesercenti, che doveva risultare capace di svolgere bene il proprio compito e dimostrarsi punto di riferimento indispensabile per le imprese e soggetto economico attivo”.

Ho voluto un bene enorme a Marino, persona che ho saputo apprezzare soprattutto come uomo e come punto di riferimento umano. Un bene fatto di stima e di affetto profondo – ha affermato Emiliano Fossi, sindaco di Campi Bisenzio – Per me era uno di famiglia. Lo conoscevo da sempre e da lui ho appreso tanto, sia dal punto di vista umano che professionale. Di lui ho avuto modo di apprezzare soprattutto i valori e l’etica del comportamento. Mi manca e mi mancherà come mancano quelle persone che hanno significato davvero qualcosa nella tua vita. Lo ricorderò con grande dolore e al tempo stesso cercando di portare avanti, ogni giorno, quei grandi valori che hanno contraddistinto tutta la sua vita”.

Nel foyer del Teatrodante Carlo Monni è avvenuta la consegna dei Premi “Marino Roso – Impresa e Territorio”, con l’obiettivo di rendere sempre vivi ed attuali i valori positivi ed incentivare percorsi associativi ed imprenditoriali virtuosi. Ecco i nominativi dei premiati: Giuseppe Antonini, Vittoriano Farsetti, Franco Frandi, Franco Galli, Cesare Marchi, Franco Nutini, Valente Sacchetti, Stefano Salvi e Spartaco Soldi.

La scomparsa di Marino ha lasciato nella vasta comunità della Confesercenti un grande vuoto, che accomuna i soci, i dirigenti, i dipendenti, in un grande dolore e in un sentimento di gratitudine per ciò che ci lascia, il suo esempio, i suoi valori. Ma ha lasciato anche un compito, che come Associazione avvertiamo forte, quello di seguire il suo esempio per tenere uniti storia e tradizione, con innovazione e futuro, con operosità, intelligenza, determinazione, responsabilità, onestà, generosità.

Confesercenti Firenze

NESSUN COMMENTO

LASCIA UN COMMENTO