Campi, Fiaschi (Lega): “Consigliere maggioranza scorretto su Facebook, mi aspetto scuse ufficiali”

0
1066
Vanessa Fiaschi

La “guerra” ai tempi dei social. Non è il titolo di un nuovo film o libro, ma ciò che sta accadendo a Campi Bisenzio. Pochi giorni fa, sul gruppo Facebook “Abitanti di Campi Bisenzio”, un cittadino ha pubblicato due foto ritraenti dei rifiuti – tra cui materassi – lasciati al di fuori dei cassonetti. Ne è uscita fuori un’accesa discussione tra Andrea Stefanini, capogruppo della lista “Emiliano Fossi Sindaco“, e Vanessa Fiaschi, responsabile della Lega, della quale riportiamo il seguente comunicato stampa:

Apro Facebook e rimango allibita. Per carità, alla mia età ormai sono poche le cose che mi stupiscono, ma talune mi fanno veramente indignare! Chi ci conosce e ci ha seguiti e votati sa che il gruppo Lega fin dalla campagna elettorale si è confrontato con gli avversari politici in maniera corretta e leale, senza mai alzare i toni e senza mai andare ad offendere sul personale. E continueremo a farlo perché questo è ciò che ci caratterizza: una politica leale, costruttiva e soprattutto rivolta agli interessi dei cittadini. Ci piace pensarla così, ci piace pensare a fare una politica che sia al servizio del cittadino e ne abbiamo dato esempio anche nelle istituzioni. Non crediamo nella cattiva fede degli avversari politici, il rispetto deve essere alla base di tutto, considerando che rappresentiamo un modello della società politica.

La stessa correttezza la pretendiamo però, e soprattutto, da un consigliere comunale della maggioranza che si è espresso sui social in maniera indegna verso un cittadino che dissentiva verso l’operato dell’amministrazione. Cito le testuali parole: ‘Se non è contento di Campi può sempre emigrare” e non cito cosa poi ha aggiunto. Ora, caro consigliere comunale di maggioranza, visto il ruolo che ricopre mi aspetto delle scuse ufficiali verso questo cittadino e soprattutto che la cosa non avvenga più, perché con la stessa determinazione potremmo dirle che, se non sa ricoprire il suo ruolo almeno in maniera istituzionalmente corretta, allora forse dovrebbe essere  proprio lei,  a dimettersi“.

NESSUN COMMENTO

LASCIA UN COMMENTO